Pubblicato il: 10 dicembre, 2010

A Natale arrivano i pacchi della legalità

pagghi-della-legalita-il-sito

Aria di festa, aria di regali. Il Natale è ormai prossimo e come tradizione già si pensa ai doni da scegliere per amici e parenti. Fra i tanti prodotti presenti sul mercato se ne stanno diffondendo alcuni dotati di una suggestiva particolarità, capace di abbinare un ordinario valore materiale ad un surplus di straordinaria matrice etica e morale. Si tratta dei cosiddetti “Pacchi della legalità”, strenne natalizie pensate dalla cooperativa siciliana “Lavoro e non solo” che coltiva le terre confiscate alla mafia. Circa 160 ettari di terreno che il sodalizio con sede a Corleone gestisce annualmente grazie al massiccio contributo di “agricoltori” volontari, perlopiù reclutati attraverso il progetto “LiberArci dalle spine” – promosso assieme all’Arci – che intende avvicinare i giovani alla legalità mediante l’organizzazione di appositi campi di studio e di lavoro. Iniziative che portano centinaia di ragazzi a visitare i luoghi simbolo della lotta a Cosa Nostra – come l’ex abitazione di Totò Riina, oggi sede corleonese della Guardia di Finanza – ed a coltivare melanzane, peperoni e pomodori, a mietere il grano e a vendemmiare nei poderi che un tempo appartenevano ai boss. Da questi feudi della malavita, ora convertiti alla liceità, nascono così dei prodotti biologici (pasta, vino, conserve di pomodoro, marmellate, legumi, farina…) resi ancor più pregiati da una particolare vitamina che li contraddistingue in maniera univoca: la Vitamina L come legalità. In occasione delle festività natalizie, la cooperativa presieduta da Calogero Parisi confeziona i frutti del proprio lavoro in appositi pacchi regalo destinati a chi desidera omaggiare una persona cara con il simbolo di una scelta consapevole, una netta presa di posizione contro la criminalità organizzata. Una decisione ferma come quella assunta dalla Toscana, divenuta principale partner della Sicilia nella diffusione di questa iniziativa di giustizia. Si spiegano così i numerosi incontri conoscitivi organizzati sul territorio dai locali circoli Arci, come ad esempio quello di Serravalle Pistoiese che ha programmato per il 10 Dicembre una tematica “Cena della legalità”. Un modo in più per conoscere quanto “Lavoro e non solo” cerca di diffondere quotidianamente attraverso il portale.

Andrea Bonfiglio

Leave a Reply