Pubblicato il: 17 Aprile, 2009

Addio contanti! Nel 2015 sarà tutto on line

denaro-virtuale1Secondo gli esperti nel 2015 useremo solo bancomat, carte di credito e conti on line. È quanto dichiarato dall’Apacs – l’associazione inglese per i servizi di pagamento; l’anno del sorpasso sarà infatti il 2015. A quella data saremo in piena “cashless society” letteralmente “senza contanti”. Un’attenta analisi mette in rilievo come le carte di credito siano il supporto più utilizzato (37% del totale), poi seguono i bonifici e gli addebiti diretti. Questo a livello mondiale. In Italia il percorso sarà lungo e difficoltoso perché l’italiano doc sarà sempre innamorato di monetine e banconote fruscianti. A rallentare il cammino verso il fatidico 2015 potrebbe concorrere anche la crisi. Sembra infatti che quando di soldi ne circolano pochi, la gente preferisca tenerli d’occhio nella loro incontrovertibile fisicità. Per l’avvento della cashless society, c’è ancora un ostacolo da superare: la scomodità di stare lì a digitare pin o firmare scontrini per un acquisto da pochi spiccioli. La soluzione, assicurano gli inglesi, è un piccolo chip che, inserito in bancomat e carte di credito, permette un pagamento “contactless” (senza contatto): si striscia la carta e, se si tratta di pochi euro, la transazione scatta automaticamente. Se così accadrà si risolverà completamente il problema del  resto dopo aver pagato la spesa, quello degli scippi o delle rapine. Il tempo per il pagamento si ridurrà drasticamente perché una “strisciata” sarà più veloce della tragica ricerca delle monete in fondo alla borsa. A quanto pare la soluzione per il risparmio intelligente di tempo e per preservare la nostra sicurezza si trova davvero nella tecnologia.

Caterina Tipa

One Response to “Addio contanti! Nel 2015 sarà tutto on line”

  1. 1
    tuningdj Says:

    a quanto pare sembrano esserci davvero tanti vantaggi, speriamo bene, ma il problema è uno solo, nel 2012 finisce il mondo, non credo questa cosa diventerà mai reale

    Segnala questo commento come inopportuno

Leave a Reply