Pubblicato il: 10 Novembre, 2009

Argleton: città fantasma

argleton città fantasmaNon ci stiamo riferendo né a vecchi villaggi Western abbandonati in Arizona, né a sobborghi diroccati in Transilvania né ad ex aree atomiche in Kazakistan. Parliamo di Argleton, cittadina nel bel mezzo di una zona agricola vicino alla statale M58, a sud di Osmkirk nel Lancashire in Inghilterra. L’ennesimo sorridente sobborgo. Peccato che non esista. Una città fantasma.

Eppure conta più di 40.000 risultati su Google. Le leggende, i miti fondativi, le descrizioni prolificano. Non solo il colosso informatico fornisce la posizione sullo stradario, ma anche un corredo di fotografie, case e ristoranti di quello che però ad eventuali visite si presenterebbe come un enorme, infinito, grandissimo prato. Per alcuni è un semplice errore di digitazione dei cartografi dato che vicino c’è un villaggio dal nome simile, Aughton; per altri omaggio alle località immaginarie che dei cartografi un po’ sono il tarlo. Insomma un Atlantide bucolica. Ma viste le risposte di Google e TeleAtlas (la società olandese che vende le mappe a Google) forse la soluzione dell’enigma è molto meno pittoresca.

È che più semplicemente, dopo le guide copiate da internet (ne avevamo parlato nell’articolo Gli scrittori di viaggi vanno all’inferno?) sono in arrivo le mappe e gli stradari copiati dalla rete, più precisamente da Google Maps. Il colosso informatico corre ai ripari, o per lo meno così sembrerebbe facendo di Argleton una prova schiacciante nel caso comparisse nelle cartografie redatte da altri gruppi. Del resto l’anagramma della città NOT REAL G potrebbe essere sia lo scherzo di qualche gruppo di Hacker come la sigla di questo scherzetto dell’entourage di Larry Page e Sergey Brin

Certo è che ancora una volta le mappe di Google ci regalano nuove sorprese, dopo i messaggi e le figure nel grano visibili solo dal satellite. Innumerevoli, impossibili da citare e scoprire tutti. Si va dalle proposte di matrimonio, ai cartelli di benvenuti alle trovate più goliardiche. Ma come tacere di fronte alla goliardia di un connazionale goriziano? Coordinate: 45 54 38 N / 13 30 27 E (15 Ott 2005). Anche in questo caso la risonanza del fenomeno è stata impressionante. Alcuni professori dalla vicina università di Edge Hill hanno organizzato persino una spedizione sul luogo del mistero per scoprire l’eventuale presenza di una base atterraggio ufo o un universo parallelo. Altri hanno iniziato a sorvegliare la zona in cerca di movimenti sospetti.

Il problema è che certe cose succedono quando meno te l’aspetti o per lo meno non dove sono puntati tutti gli occhi. Unica eccezione è l’intramontabile Area51 in Nevada, Disneyland per curiosi, perditempo e ufologi. Lì segnalazioni, avvistamenti si moltiplicano davvero come funghi. Senza prato. Nonostante recinzioni e divieti. Gli avventori e i loro binocoli vengono facilmente appagati. Ma su google in quella zona solo un enorme, infinita, macchia grigia.

Luca Colnaghi

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.