Pubblicato il: 9 Febbraio, 2010

Bari Internationale Film&Tv Festival: trionfa Bellocchio con “Vincere”

Si è concluso il 30 gennaio il festival che ha visto la città di Bari protagonista per una settimana del mondo cinematografico italiano. Il Bari International Film&Tv Festival si è svolto nel capoluogo pugliese a partire dal 23 gennaio scorso. Numerose le anteprime presentate al festival. È il caso di “The lovely bones” (Amabili resti) diretto da Peter Jackson con Mark Wahlberg, Rachel Weisz, Susan Sarandon e Stanley Tucci, tratto dall’omonimo romanzo di Alice Sebold. Altre prime visioni di rilievo sono state “A way we go” di Sam Mendes (regista di American Beauty, Road to Perdition e Revolutionary Road), “Un prophete” di Jacques Audiard, “Cendres et sang” di Fanny Ardant ed “American Faust”: from Condi to Neo-Condi” di Sebastian Doggart.

Diciassette i film in concorso per contendersi il titolo di miglior lungometraggio tra cui “Fortapsc” (Marco Risi, ITA, 2009), “Baaria” (Giuseppe Tornatore, ITA, 2009), “Vincere” (Marco Bellocchio, ITA, 2009), “Il grande sogno” (Michele Placido, ITA, 2009), “Gli amici del bar Margherita (Pupi Avati, ITA, 2009) e molti altri.

A portare a casa l’ambito premio è stato Marco Bellocchio, con “Vincere”, che racconta la storia del giovane Benito Mussolini.

Tra i cortometraggi vince il premio Michelangelo Antonioni “L’altra metà” di Pippo Mezzaspesa, mentre tra i  documentari trionfa Pietro Marcello con “La bocca del lupo”, che racconta la storia di un siciliano emigrato che, dopo 14 anni di detenzione, si innamora di un transessuale tossicodipendente. Il premio “Anna Magnani” per la migliore attrice protagonista va a Margherita Buy per “Lo spazio bianco” di Francesca Comencini. Il premio “Gian Maria Volonté” per il miglior attore protagonista va a Riccardo Scamarcio per “La prima linea” di Renato De Maria, “Il grande sogno” di Michele Placido e “L’uomo nero” di Sergio Rubini.

Diego Bonomo

Leave a Reply