- Lo Schiaffo - http://www.loschiaffo.org -

Boom di agenzie di scommesse

Le aperture sbocciano in tutto il territorio.

Da un’attenta analisi del territorio palermitano, salta all’occhio come nel giro di qualche anno si siano moltiplicate le aperture di agenzie di scommesse. Dall’ippica al calcio, dal lotto al 10 e lotto, si dà l’opportunità a tutti di giocare e scommettere. Può apparire strano come in un periodo di crisi ci sia stato un incremento non indifferente delle scommesse e del gioco legalizzato. Strano? No, piuttosto prevedibile. In teoria la gente dovrebbe risparmiare per un futuro che si presuppone abbastanza incerto. Il risparmio implica la rinuncia. Non necessariamente a tutto ma è chiaro che qualche lusso dovrebbe essere accantonato. Chi rinuncia al giorno d’oggi al cellulare di ultima generazione o al nuovo televisore? Praticamente nessuno. Dunque, per non farsi mancare niente né oggi né in futuro, gli italiani confidano nella fortuna e, spendendo più di quanto vincono, investono 3 euro al giorno nel gioco. Per un totale di circa €90 al mese per €1080 l’anno. Ecco spiegato perché l’apertura di tante agenzie. Evidenti i benefici per l’erario, che fino ad oggi ha incassato circa 7,4 miliardi. Ciò vuol dire che lo Stato ha ricevuto da ogni italiano maggiorenne 148 euro in dieci mesi, quasi 50 centesimi al giorno. Il problema è che lo scommettitore non si rende conto nell’immediato quanto in realtà sta sperperando ma si accorge di tali uscite soltanto quando ha toccato il fondo. Per utilizzare una frase di chiusura degli spot pubblicitari: “Giocare responsabilmente e senza esagerare”.

Caterina Tipa