Pubblicato il: 10 Marzo, 2009

Business social network: la nuova frontiera del lavoro

social-networkUn’aggregazione di più persone, connesse tra loro da vari interessi e legami. È questa in sostanza la definizione di Social Network, traduzione inglese di “rete sociale”, materia di studio di molti sociologi e antropologi che negli ultimi anni ha visto una sempre maggiore applicazione nell’ambito della comunicazione in rete. Nel nostro paese sono ormai più di 5 milioni gli utenti iscritti ai tanti social network che permettono di instaurare nuove conoscenze, consolidare vecchie amicizie o in cui è possibile creare un diario virtuale della nostra esistenza condividendo quotidianamente le proprie esperienze con altri. Un fenomeno in espansione che ha generato non poche bufere, tra cui l’aumento di accuse sulla violazione della privacy, la cancellazione di profili e gruppi sospetti che incitino alla violenza e al razzismo o, come nel caso più recente di Facebook, la rimozione forzata di alcune foto di madri intente ad allattare i propri figli al seno, giudicate dai creatori come ritratti osceni della nudità, e il cui divieto di pubblicazione ha suscitato numerose proteste e indignazioni da parte della più sensibile cerchia di utenza femminile. Un vero e proprio boom di network che da oggi invaderanno virtualmente non più solo la sfera privata dell’individuo, ma anche l’ambito lavorativo e professionale. Arriva, infatti, in questi giorni in Italia Xing, il business social network già leader in Europa e che rappresenta una nuova frontiera per il mondo del lavoro. Nato nel 2003 in Germania e disponibile in 16 lingue diverse, Xing si presenta agli utenti come una piattaforma mondiale, con sedi nelle maggiori città europee, in cui gli utenti hanno la possibilità di interagire tra loro ricercando professionisti, creando contatti con nuovi business partner e persino organizzando incontri ed eventi in cui conoscersi, confrontarsi e consolidare le nuove collaborazioni lavorative. Un portale per il lavoro insomma, che permette di accedere a molti servizi ed offerte personalizzate in base alle proprie esigenze, migliorando i rapporti già esistenti e aprendo nuovi sbocchi per il futuro. La nuova filiale italiana, che avrà sede a Milano, sarà diretta da Cipriano Moneta, figura chiave che porta con sè diversi anni di esperienza nel settore del recruiting on line. È infatti, ormai una realtà consolidata quella della ricerca del lavoro tramite internet, e sono sempre maggiori i dati che confermano come circa la metà delle assunzioni avvenga tramite l’uso del business social networking. Fattore decisivo per il successo di Xing è inoltre la facilità di accesso, che consente a chiunque di usufruire dei servizi in qualsiasi momento, utilizzando semplicemente un cellulare o un palmare. Nasce dunque in Italia un nuovo mondo, una nuova “realtà virtuale” in cui sarà possibile condividere idee, proposte di lavoro e sperimentare nuove soluzioni. E chissà che non sarà proprio qui che nasceranno le idee per superare la crisi?

Greta Montesano

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.