Pubblicato il: 12 novembre, 2010

Catania: nuovo regolamento per i portatori di handicap

catania nuovo regolamento per i portatori di handAl Consiglio comunale sono servite cinque sedute a vuoto per battere un colpo. Alla sesta, il 18 Ottobre, il voto unanime di 35 consiglieri ha permesso alla Città di dotarsi di un regolamento per il servizio di assistenza igienico – personale e per il trasporto degli alunni disabili. Scaduta la convenzione, valida fino allo scorso anno scolastico, centinaia di portatori di handicap attendevano che le istituzioni catanesi si dessero una mossa. Il regolamento si è infine materializzato in Consiglio, sottoforma di una proposta di delibera illustrata dall’Assessore alle Politiche Sociali e alla Famiglia, Carlo Pennisi. Si tratta di un documento licenziato da un’apposita conferenza dei Servizi, che attribuisce direttamente ai Presidi e ai dirigenti d’Istituto la titolarità della gestione dei fondi per i disabili, nel quadro dell’autonomia scolastica. Una scelta che consente al Comune di fare a meno del rapporto con le cooperative sociali: i 72 lavoratori che oggi si occupano del servizio andranno a comporre un Albo del personale, presso l’Assessorato per le Politiche Sociali. Spetterà ai dirigenti scolastici fare domanda, avvalendosi di risorse autonomamente gestite, sulla base del fabbisogno delle famiglie. Queste le misure approvate all’unanimità, ma duramente criticate dall’opposizione de “La Destra – Alleanza Siciliana” e da una parte della maggioranza. Durissimo Puccio La Rosa, capogruppo di FLI: «La delibera manca di contenuti qualificanti, in ordine a sussidiarietà, compartecipazione del Terzo Settore e ruolo delle Cooperative». Discorde anche il parere sulle facoltà dei dirigenti scolastici: «Non si può delegare a loro il servizio. Manca l’inquadramento giuridico per i 72 lavoratori, che così rischiano di perdere il posto». FLI, come il gruppo consiliare de “la Destra”, ha comunque espresso voto favorevole “per senso di responsabilità”. Con 32 “Sì” è stato anche approvato un ordine del giorno che circoscrive l’efficacia del nuovo regolamento “esclusivamente e limitatamente all’anno scolastico 2010/2011”. Carlo Pennisi, Assessore tecnico, si è schermito: «Si tratta di sussidiarietà, non di delega. Il principio è quello della compartecipazione dei dirigenti scolastici». Al Comune si continua a navigare a vista.

Enrico Sciuto

Leave a Reply