Pubblicato il: 23 Settembre, 2008

Chrome: il browser targato Google

E’ disponibile da qualche giorno una versione beta di Google Chrome, il web browser realizzato da Google. Questo progetto si pone l’obiettivo di rivoluzionare la navigazione degli utenti sotto ogni aspetto. Secondo Google, infatti, i browser non hanno conosciuto un evoluzione analoga a quella del Web: “I browser necessitano di un ammodernamento, in quanto sono stati progettati per un epoca in cui le pagine web funzionavano in modo completamente diverso. Oggi, la maggior parte delle cose che utilizziamo ogni giorno sul Web sono applicazioni, non pagine web.”

Per questo motivo, Chrome è un progetto iniziato da zero che permette di utilizzare meglio le nuove tecnologie che cararatterizzano il Web oggi. La novità principale di Chrome sta nel fatto che ogni scheda viene eseguita in modo indipendente nel browser, pertanto se un’applicazione si blocca le altre schede aperte non subiranno conseguenze. Se, da una parte, questa scelta comporta un maggiore consumo di memoria rispetto agli altri browser in circolazione, dall’altra si riscontra maggiore velocità e stabilità. All’apertura di una nuova scheda viene inoltre visualizzata un’anteprima dei siti più visitati, dei motori di ricerca più utilizzati e le pagine aggiunte ai Preferiti o chiuse di recente. Le schede stesse possono essere trascinate al di fuori del browser per creare nuove finestre, raggruppare più schede in una finestra, in modo semplice e veloce. Sul fronte della sicurezza, Chrome avvisa l’utente quando sta per aprire un sito web ritenuto non sicuro e a questo unisce la tutela della privacy grazie alla rimozione dei dati di navigazione (funzione presente anche in altri browser) e alla navigazione in incognito, con la quale è possibile navigare senza lasciare tracce dei siti visitati sul proprio computer. Quello di Google è un browser minimalista, cioè focalizzato sui contenuti del Web e con un interfaccia poco invasiva. In questo senso, la barra degli indirizzi permette, grazie ai suoi suggerimenti, di svolgere qualunque operazione di digitazione richiesta durante la navigazione. Inoltre non è presente un gestore di download, ritenuto fastidioso, a favore della visualizzazione dello stato dei download nella parte inferiore della finestra in uso. Infine, per consentire una facile migrazione, non poteva mancare la possibilità di importare i Preferiti e le password memorizzate negli altri browser. Al momento la versione Beta di Google Chrome è disponibile solo per Windows, ma a Mountain View si stanno prodigando per rendere a breve disponibili le versioni Mac e Linux.

Vincenzo Moreno Luna

One Response to “Chrome: il browser targato Google”

  1. 1
    sforza vincenzo Says:

    gentilmente vorrei sapere come posso fare a collegarmi, dato che non ci riesco al computer di un mio amico con desktop remoto ,ho inserito il suo ip corretto ma non si collega grazie

    (commento spostato in consulenza informatica)

    Segnala questo commento come inopportuno

Leave a Reply