Pubblicato il: 23 Agosto, 2010

Ciapi: il grande bluff

Rimandate le news tre volte ma alla fine niente di fatto.

I partecipanti palermitani sono proprio ‘’sfortunati’’ e non solo loro. Sembrava che qualcosa stesse cambiando quando, nel sito ufficiale del CIAPI di Palermo, è stato pubblicato che qualche novità sarebbe stata comunicata il 6 luglio. Poi rimandata al 26 luglio per poi spostarla ulteriormente al 1 agosto. E adesso? Non è stato scritto né quando saranno pubblicate le graduatorie di 2 anni fa né quando le aziende daranno la loro disponibilità per la work esperienze. Insomma ci si ritrova al punto di partenza, senza notizie certe e senza poter parlare con un vero responsabile e/o vice. Novità vaghe anche per le province di Caltanisetta, Messina e Ragusa in quanto non è stato nominato il Dirigente Regionale del Lavoro e di conseguenza non sono stati ancora vidimati i registri per l’inizio dei relativi corsi. Infatti ‘’…si presume che ulteriori corsi avranno inizio il 06 settembre 2010’’. Un invito rivolto a tutti coloro che hanno partecipato a questo progetto ad unirsi e chiedere spiegazioni all’assessorato regionale della formazione sul perché di tanta ‘’lentezza burocratica’’ dato che dal Ciapi sembra che nessuno sappia niente. E fino ad oggi nessuno ha mai risposto ai tanti interrogativi posti da questo giornale.

Caterina Tipa

2 Responses to “Ciapi: il grande bluff”

  1. 1
    Giuseppe Says:

    Hai perfettamente ragione, anche io tempo fa mettevo in evidenza gli stessi interrogativi, ma mai avuto risposta!!! Il CIAPI non sa niente, parlare con qualcuno è una impresa, i potenziali responsabili del progetto non rispondono al telefono.. è una vergogna.
    Chiedo ma è possibile che ai 2000 che hanno fatto le selezioni per la provincia di Palermo assieme a me, non interessi nulla? Allora vi chiedo, ora basta, questa è la mia email: peppe2011@fastwebmail.it contattatemi e andiamo tutti quanti alla sede del CIAPI e alla Regione Sicilia a chiedere chiarimenti esaustivi.
    Saluti Giuseppe

    Segnala questo commento come inopportuno

  2. 2
    Rosalia Says:

    Caro Giuseppe e cara Caterina sono perfettamente d’accordo con voi, dobbiamo unire le forze per ottenere delle risposte concrete! E’ veramente vergognoso tutto ciò! Dobbiamo sapere sia come mai non si trovano gli Enti pubblici che dovrebbero consentire l’effettuazione della WORK EXPERIENCE sia conoscere i veri responsabili di questa lentezza burocratica, se così si può definire! anche io ho provato diverse volte a chiamare telefonicamente al Ciapi ma o non risponde nessuno al telefono o non sanno nulla!

    Saluti

    Segnala questo commento come inopportuno

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.