Pubblicato il: 18 dicembre, 2015

Dai Maya ai Celti ecco gli oroscopi del mondo

astrologia

Gli oroscopi sono una componente molto importante della nostra società: pur trattandosi di un’arte difficile da dimostrare scientificamente, l’astrologia è una scienza affascinante e per questo molto amata dagli italiani.

Sarà perché è entrata a far parte del nostro immaginario collettivo prima ancora di Internet, quando ci alzavamo la mattina e sorseggiavamo il nostro caffè di fronte all’oroscopo del giornale: un’abitudine che ha trovato nel web un’evoluzione ed una diffusione ancora maggiori. Proprio per questo motivo, sarà il caso di vedere insieme gli oroscopi più interessanti derivanti dalle diverse culture presenti sul nostro pianeta, dall’oroscopo occidentale all’oroscopo maya.

L’Oroscopo occidentale è il più diffuso in Italia, in Europa e nel mondo intero. Questo oroscopo si è diffuso nel mondo grazie al Tetrabiblos di Claudio Tolomeo e si basa sullo studio dei pianeti e di tutti quegli elementi riguardanti l’astrologia, come i segni zodiacali. Il suo scopo, come tutti gli oroscopi, è suddividere l’umanità in base al mese di nascita, così da poter indicare, sfruttando il posizionamento degli astri, una previsione sulla giornata.

L’Oroscopo Maya deriva da un modo di pensare e di agire scandito da ritmi precisi come un orologio svizzero, a loro volta derivanti da uno studio meticoloso degli astri e dei loro movimenti. Il calendario Maya è particolarmente noto per le predizioni sulla fine del mondo, calcolate dagli astronomi di quella civiltà attraverso strumenti precisi e antichi come l’astrolabio. La cultura Maya possedeva ben tre calendari: uno civile, uno rituale ed un terzo dedicato all’Anno Lunare, composto da 13 mesi. L’oroscopo Maya e i relativi segni zodiacali si riferiscono proprio a questo calendario.

L’Oroscopo cinese s’è sviluppato in parallelo con quello occidentale: sarà per questo che in Italia ed in Europa questo oroscopo può vantare tantissimi fedeli. La filosofia cinese è molto complessa, di conseguenza l’oroscopo appare molto più profondo di quello occidentale: esso non si limita ad assegnare un segno zodiacale ad ogni mese, ma anche ad ogni anno, prendendo poi in considerazione persino i 5 elementi della natura (acqua, fuoco, legno, metallo, terra). I segni zodiacali cinesi sono però molto diversi dagli occidentali.

L’Oroscopo indiano si è diffuso in Italia solo in anni recenti, anche se spesso per mano dei veri appassionati di oroscopi: questo, come quello cinese, è caratterizzato da una complessità molto particolare, legata più ai concetti filosofici che al classico movimento degli astri. Tale oroscopo ruota intorno a concetti chiave quali il karma e il dharma: due elementi che definiscono il pensiero che poi si tramuta in azione. I segni zodiacali dell’oroscopo indiano non tengono in considerazione le varie fasi dei pianeti, ma solamente la Luna. I segni zodiacali sono invece quasi identici a quelli occidentali.

Scegliamo di concludere con l’Oroscopo celtico: un oroscopo molto antico, che non si basa sui pianeti bensì sulle piante e che è composto da 21 segni, rappresentanti i diversi rami di un albero. I segni zodiacali sono infatti dedicati a numerosi arbusti come la quercia ed il pioppo.

Monica Fabrizi

Leave a Reply