Top
FacebookYou Tubetwittermyspace

Diventare nonni: esempi pratici [seconda parte]

12 novembre 2011, di   Stampa articolo Segnala articolo  

nonni-e-nipoti-seconda-parte Seconda parte

Con la nascita del nipote valgono le stesse regole della gravidanza, non essere invadenti e non elargire consigli non richiesti e soprattutto non sostituirsi ai genitori e al pediatra.

La nascita di un figlio è un momento intimo della famiglia e per famiglia si intende la famiglia composta da marito e moglie che ora sono diventati anche papà e mamma, loro hanno il diritto di vivere serenamente questo momento senza intromissioni e nervosismi per affrontare al meglio i cambiamenti che il nuovo arrivo porterà in casa.

Non spetta ai nonni cambiare pannolini o occuparsi di pappe e vestitini (ovviamente se non richiesto dai genitori come un favore in un momento di bisogno), è compito dei genitori comprare il corredino, la culla, il passeggino e tutto quello che serve al piccolo, i nonni non hanno il diritto di arrivare a casa dei figli con vestiti, passeggini o omogeneizzati, non farebbero altro che creare altro stress, e ogni regalo deve essere concordato con i genitori a cui spettano tutte le decisioni sul bambino.

I nonni non devono assolutamente sostituirsi ai genitori, sono i genitori che sanno cosa comprare al figlio o se mettere da parte dei soldi per il futuro non i nonni assolutamente, il bambino prima di essere nipote è figlio e sono i genitori che devono occuparsi di lui non i nonni.

Naturalmente spetta ai genitori educare i figli, i nonni non devono interferire assolutamente, se il genitore ad esempio rimprovera il figlio i nonni non devono intervenire in nessuno modo, se il bambino fa i capricci spetta ai genitori occuparsene, se i genitori mettono determinate regole i nonni non possono viziare il nipote e non far rispettare le regole.

Anche se i nonni si occuperanno del nipote quando i genitori lavorano essi devono rispettare le regole dei genitori, gli orari dei pasti, l’orario del gioco e non devono prendere decisioni senza prima parlare con i genitori del bambino, tutto questo per evitare che il bambino cresca disorientato e confuso tra diversi stili educativi.

Lo stile educativo è uno solo ed è compito dei genitori sceglierlo ed impostarlo, i nonni già sono stati genitori ora devono fare i nonni, godere dei sorrisi del nipote, ascoltare i suoi racconti, colorare insieme, giocare insieme, queste sono alcune delle gioie di essere nonni.

                                                                                             La Pedagogista, Mediatore Familiare
Dott.ssa Claudia Dell’Aquila

Facebook Digg Del.icio.us StumbleUpon Reddit Twitter RSS

Commenti

Inserisci un commento...
inoltre, puoi aggiungere un avatar.

(Si informa che ai sensi dell'art. 13 d.lgs. 196/2003 gli ip dei commenti vengono registrati.)
Nota bene: essendo i commenti soggetti a moderazione non se ne garantisce la pubblicazione.

Bottom