Pubblicato il: 22 Maggio, 2009

EXPO: da Milano a Ragusa

expo2015“È l’Italia che ha vinto l’Expo, perchè l’Expo è un progetto non per Milano e la Lombardia, ma per l’intero Paese, vinto con la forte collaborazione di tutte le istituzioni”. Queste le parole del sindaco del capoluogo lombardo nonchè Commissario straordinario per l’Expo 2015 Letizia Moratti che, la mattina del 12 maggio, ha sottoscritto un protocollo d’intesa con Nello DiPasquale, sindaco di Ragusa, in vista dell’esposizione universale. Milano è orgogliosa di questo primato, ma non si dimentica di essere prima di tutto portatrice della veste nazionale. Ecco spiegato l’accordo con Ragusa, “città d’eccellenze” come la descrive il suo sindaco e che verrà finalmente valorizzata in un’ottica internazionale. Ragusa potrà infatti rientrare nel network di città, attivato in sede lombarda, pensato per valorizzare al meglio i meriti culturali, artistici, economici e turistici esistenti in diversi contesti territoriali. L’intento è promuovere una progettazione congiunta su linee comuni inerenti il progetto dell’esposizione del 2015. I flussi turistici sono, secondo le rosee previsioni del sindaco, i principali dati che potenzialmente possono aumentare grazie a questa opportunità prestigiosa. Milano si sta preparando a questo evento con una velocità maggiore di quella che i milanesi generalmente conoscono e si sta mettendo a nuovo indossando soprattutto una veste “ecosostenibile”, (anche se qualche sospetto lo destano quegli autobus A.T.M. che con l’arrivo di gennaio 2009 si sono trasformati da arancioni macchinoni inquinanti a verdi “ecobus” a basso impatto ambientale…a qualcuno sorge il dubbio che siano solo stati ridipinti…) Perplessità a parte, la città meneghina si sta dando da fare ed è bello sapere che il fine è rivalutare le potenzialità turistiche di tutta la penisola, così che l’Expo diventi solo un’attraente foyer in un grandioso e affascinante teatro d’arte.

Eleonora Tosco

Leave a Reply