Pubblicato il: 11 ottobre, 2017

Le Fisime di Mirko Miro fanno bene al corpo e alla mente

Il rapper siciliano Mirko Miro presenta il nuovo singolo “Fisime” (prodotto da Mhodì Records e Blackstone). Tabù e fobie come non le avete mai “ascoltate”, in un cocktail di musica, immagini e riflessioni.

Accettare di raccontare le nostre paure, i nostri limiti e i nostri tabù è il primo passo per superare i vari ostacoli che la nostra mente c’impone […]

No, non sono i consigli dello psicologo di turno e neanche quelli di santoni, guru e del solito Osho. Le sincere parole di Mirko Miro, rapper catanese, nel presentare il nuovo singolo “Fisime”, spiazzano come il suo stesso brano che racconta uno spaccato di vita quotidiana, alle prese con fobie e paranoie. L’artista ha deciso di farlo così: “in musica, il mondo che mi è più congeniale”. Dopo il successo di “Crisantemi e Rose”, (colonna sonora del film denuncia “Malarazza” del regista Giovanni Virgilio), Mirko Miro si presenta al mondo con un brano che segna probabilmente il punto di rottura con la tradizione precedente del rap, una svolta dettata da tematiche introspettive, alla portata di tutti, trattate con dissacrante ironia. Sì, perché, in fondo, potremmo invitarlo a sedersi sul divano di casa e raccontargli le nostre paure più ancestrali e lui con la musica riuscirebbe a restituirci la terapia adeguata, scherzando sopra sulle sue e sulle nostre fobie. Fino ad oggi cosa ci ha raccontato il rap? Criminali, donne abusate, droga, soldi, pessimi genitori, amici cattivi e belle macchine. Mirko Miro ci parla di “fisime”! Le fobie degli spazi chiusi, la mancanza di qualcosa, le ansie che ci perseguitano ogni giorno, le fissazioni che limitano la nostra vita, tutte racchiuse in un singolo orecchiabile, frizzante e giovanile che anziché farci incazzare ancora di più (una delle prerogative del rap moderno) ci fa l’effetto dello Xanax (noto, ansiolitico) e in più ci fa ballare e battere il tempo. La particolarità di “Fisime” è proprio la semplicità e la portata che offre quando si appresta ad entrare nelle case degli ascoltatori.

Mhodì Records e Blackstone producono un genere sempre più in voga ma con una ventata di novità e cercano di arrivare al pubblico non in punta di piedi ma con una certa confidenza, quella che si deve avere parlando di problematiche delicate. Infatti, “fisime”, è un grido d’aiuto, una denuncia della mancanza di qualcosa che sconvolge la psiche di ognuno di noi, portandoci a vivere con costrizione e sofferenza le cose del quotidiano che normalmente svolgiamo con semplicità. Il brano è in rotazione radiofonica già dal 10 ottobre, mentre il video è già online su youtube, sia sul canale ufficiale dell’artista che in quello di Mhodì Records (formato teaser trailer). Il video di “Fisime” è stato diretto da Lenzo Carlo Oliviero. Il regista rende perfettamente il messaggio dell’artista, facendo immedesimare lo spettatore nelle faccende di ogni giorno, ottimo sia lo sfondo domestico che gli ambienti in cui si muove il rapper. Spiccano le performance di Gabriele Coco, Emanuele Trapani, Nuccia Pulvirenti, Ramona Polizzi, Salvo Lorenzini e lo stesso Mirko Miro (protagonista indiscusso) che improvvisano una terapia di gruppo dove l’artista prova con l’auto-consapevolezza a uscire dai propri limiti, alternando momenti a tratti esilaranti, che tendono ad alleggerire la pesantezza della tematica trattata. Mirko Miro si è imposto alle “scene” rap e hip-pop dal lontano 2006 grazie alle importanti collaborazioni con Clementino e con DJ Skizo, vantando all’attivo già diversi album e proseguendo la strada della denuncia sia essa sociale che personale. Come diceva il famoso psicanalista Sigmund Freud: “A volte un sigaro è soltanto un sigaro”. E anche in questo caso, “fisime” è soltanto un brano musicale. Prepariamoci ad affrontare tutte le nostre paure, con ritmo e consapevolezza, in 3 minuti di pura ironia.

Girolamo Ferlito

Leave a Reply