Pubblicato il: 24 Novembre, 2009

Grotte Horror alle Grotte di Castellana

grottedicastellanaC’è chi con occhiali colorati subisce il fascino dei film 3D di ultima generazione e chi invece va controcorrente riassaporando i classici del cinema horror in uno scenario del tutto particolare. È la prima volta in Italia infatti che il cinema si sposta da una sala cinematografica e va sottoterra. Cornice dell’evento sono le splendide Grotte di Castellana in provincia di Bari, Puglia. Un’idea molto particolare, realizzata in occasione della rassegna “Grotte Horror”. Si è pensato di rendere la visione ancor più suggestiva, in un vero e proprio scenario da incubo, adibendo una vera e propria saletta con cinquanta posti a sedere all’interno della Caverna della Fonte. La rassegna ha avuto inizio venerdì 20 novembre con la proiezione della pellicola “Il seme della follia” (1995) del maestro del brivido John Carpenter e proseguirà per altri quattro venerdì fino al 18 dicembre. Il programma prevede la proiezione di “Cimitero Vivente” (27 novembre), “Grano rosso sangue” (4 dicembre), “Le colline hanno gli occhi” (11 dicembre) e “Il presagio” (18 dicembre). Ma da cosa nasce quest’idea? La bizzarra trovata è stata ideata per un motivo ben preciso e cioè di celebrare i 50 anni dal primo film girato nelle Grotte (L’età dell’amore, 1959, di Lionello De Felice e Micheal Hamilton), cui sono seguiti una dozzina di altri film tra cui “Ercole al Centro della Terra”, “Maciste all’Inferno” e “Casanova 70” di Mario Monicelli (con Mastroianni e Virna Lisi).

Diego Bonomo

Leave a Reply