Pubblicato il: 27 Novembre, 2009

Influenza “tradizionale”

influenzaMalattia da quasi novemila morti all’anno in Italia

I telegiornali non fanno altro che parlare dell’influenza A e delle vittime che miete (circa 60 fino ad oggi). Senza considerare che invece la “tradizionale influenza” quella che consideriamo “banale” ogni anno uccide nella sola Italia 8.500 persone, soprattutto anziani. E’ ovvio che, pur non potendo parlare di emergenza sanitaria, è quanto mai fondamentale che l’attenzione di fronte ad una malattia da troppi ritenuta “banale” non si abbassi mai, tutt’altro, sia in fatto di prevenzione, che di approccio alla malattia lasciata troppe volte via libera di compiere il suo decorso con la consapevolezza, a questo punto errata da parte di molti, che trattasi di una di quelle malattie che si devono risolvere da sole. Sbagliato, probabilmente ad uccidere non è neanche il virus vero e proprio, quanto invece le complicazioni che si determinano nell’organismo dopo il contatto con la malattia, complicanze che stroncano, soprattutto in assenza di cure. Si pensi che degli 8.000 nostri connazionali che soccombono a causa dell’influenza, l’80% è rappresentato da anziani di età superiore ai 65 anni e che un migliaio di essi muore per sopraggiunte polmoniti e bronco polmoniti. La conclusione non può che essere una, a questo punto, soprattutto per le fasce di popolazione anziana o affette da altre o multi patologie, ai primi sintomi che stentano a risolversi, così come di fronte a febbri impegnative, il consiglio migliore è quello di consultare il proprio medico perché, l’influenza è banale solo quando passa, finché il virus è libero di contagiarci, come visto, è tutt’altro che insignificante!

Caterina Tipa

Leave a Reply