Pubblicato il: 27 Ottobre, 2008

Io vi troverò

Bryan è un ex agente dei servizi segreti americani, che da tempo ormai si dedica a lavoretti come bodyguard di celebrità. Divorziato e distante dalla figlia Kim, Bryan si trasferisce a Los Angeles per poter recuperare il rapporto con la figlia, anche a costo di apparire talvolta troppo severo ed ossessivo. Kim, ancora diciassettenne, decide di fare un viaggio a Parigi con la migliore amica, Amanda, ma essendo minorenne necessita dell’autorizzazione del padre per l’espatrio. Bryan è preoccupato ma decide di accontentare la figlia a patto che lei chiami ogni giorno ed informi di ogni suo singolo spostamento. Giunte a Parigi le ragazze vengono prima adescate da un falso studente e dopo rapite da un’organizzazione criminale albanese dedita alla prostituzione ed alla vendita di giovani vergini a ricchi mercenari dei Paesi Arabi. Bryan ascolta in diretta per telefono i momenti cruciali del rapimento e non ha altra scelta: partire immediatamente per tentare di salvare Kim. È una corsa contro il tempo e contro tutti quelli che si porranno tra Bryan ed il suo obiettivo. Il film di Pierre Morel è un action movie in perfetto stile Besson, che ne è sceneggiatore e produttore, ed accoppia lo stile ironico, tipico del regista transalpino, ad una tematica piuttosto seria. Non è un caso che il personaggio di Bryan, interpretato da Liam Neeson, appaia talvolta un superman, invulnerabile a qualsiasi colpo, che uccide senza pietà anche solo con le mani. La pellicola è comunque molto gradevole ed adrenalinica e dimostra che il bel cinema d’azione può nascere anche in Europa senza investimenti multimilionari e non è affatto prerogativa dell’industria cinematografica a stelle e strisce.

Diego Bonomo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.