Pubblicato il: 23 agosto, 2010

Le contraddizioni dell’università palermitana

Senza docenti pubblicati i bandi per l’iscrizione ai corsi di laurea.

A inizio luglio una lettera scritta e pubblicata nel sito ufficiale dell’ateno dai ricercatori e professori della facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo aveva sconvolto tutti gli studenti iscritti,future matricole e laureandi. La lettera contiene infatti tutto il dissenso,da parte del corpo docente aderente, riguardo il decreto Gelmini sulla riforma delle università e la loro volontà a non voler ricoprire incarichi per tutto l’anno 2010-2011 sia per le lauree triennali che per quelle magistrali. Inoltre, a fine luglio, si è tenuta una assemblea di facoltà dove è stato ribadito e ‘’confermato’’ tutto ciò che era stato scritto. A nulla sono serviti i tentativi da parte dei rappresentanti degli studenti di far cambiare idea ai ricercatori ad optare per una forma di protesta meno estrema. Una tale notizia,che provocherebbe il collasso della facoltà, ha suscitato parecchie polemiche tra gli studenti e molte domande sono rimaste senza risposta dato che sembrava che il futuro dell’università fosse segnato. Molti laureandi si chiedevano quale sarebbe stato il loro destino mentre gli studenti in corso come avrebbero fatto a sostenere esami senza docenti. Però, dopo pochi giorni dall’assemblea, accadde qualcosa di straordinario: sul sito vengono pubblicati i bandi di partecipazione ai test per tutti i corsi di laurea (triennali e magistrali) e in più i piani di studio per l’anno 2010-2011. Insomma come se non fosse mai successo nulla. E sulla home page del sito rimane sia la lettera che l’elenco di tutti i bandi. Cosa bisogna pensare? Era un modo per attirare l’attenzione del nostro ministro a fare retro front oppure lo sciopero continuerà dopo che gli studenti avranno pagato tasse e iscrizioni? Anche qui tutto tace.

Caterina Tipa

Leave a Reply