Pubblicato il: 14 Maggio, 2010

Le strade del gusto mantovano

Con la bella stagione la fuga del venerdì da uffici, classi e aule universitarie è un po’ difficile. Non perché la versione fantozziana di Fuga da Alcatraz abbia degli impedimenti, tutt’altro. E’ che il ventaglio delle offerte con cui stancarsi rilassandosi nel weekend si allunga, e bisogna saper scegliere con attenzione ed essere risoluti nell’attuarle.

In odore di sagra di paese, proponiamo una serie di itinerari ciclabili gastronomici. Perché alla fine la Graziella di mamma e la Legnago di babbo fanno così anni ‘70, e si sa che il vintage è quanto mai primaverile.

Questa volta tocca a Mantova: “La strada del vino e dei sapori Mantovani”, “La strada del tartufo” e “La strada dei risotti”.

La strada del vino e dei sapori mantovani attraversa una porzione di territorio delimitata a nord dalle colline moreniche e a sud dalla pianura irrigata da Mincio, Po e dall’Oglio. Siamo praticamente tra le terre del vino della bresciana e della buona cucina emiliana, il mantovano di suo ci aggiunge la zucca, il provolone, gli stufati e i tortelli. Per informazioni è possibile consultare il sito dell’associazione o semplicemente arrivare a Solferino in auto e pedalare fino a Cavriana dopo una breve visita ai luoghi della celebre battaglia.

Sulla riva destra del Po, nella fascia che va da Quingentole a Sermide, invece i sentieri sono quelli del tartufo mantovano, del resto siamo in terra di risotti. Qui il pregiato è il Pico Bianco. Gli itinerari collegano località come Borgofranco, Carbonara Po con la sua eloquente Tartufesta e Bonizzo. Per i non esperti, la stagione delle sagre e della ricerca dell’oro bianco è quella autunnale, ma su strade del tartufo è possibile trovare ottimi spunti anche per la bella stagione.

Infine un itinerario sulle orme delle mondine. La strada del riso e dei risotti mantovani si snoda nella campagna attraverso aree di sorprendente bellezza ambientale, fiumi e canali irrigui. Tra borghi pittoreschi e  sagre paesane, l’itinerario vi accompagnerà tra i segreti secolari della monda e della cucina di trattorie, ristoranti e agriturismo, corti risicole ed aie dove potrete assaggiare e acquistare il Vialone Nano, la pregiata qualità di riso nostrana. Sul sito troverete una dettagliata e curata cernita di prodotti locali da assaggiare. Inizierete ad essere solleticati dalla meravigliosa idea di una bicicletta elettrica.

Luca Colnaghi

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.