Pubblicato il: 19 Agosto, 2010

MAGIC ITALY – primi segnali dal fronte turismo

Dopo lo spot tanto discusso è giunto il momento di tirare le somme sulle nuove tendenze tricolori in materia vacanze.

Italiani: il 32% rinuncia alla vacanza perché non ha un compagno di viaggio. E non per budget, né per lavoro. A dirlo è il portale italiano specializzato in vacanze per single, Speed Vacanze.

Sembrerebbe che le vacanze in solitudine siano la bestia nera per i viaggiatori della fascia compresa tra i 30 e i 40 anni che rappresentano il 38% di coloro che rinunciano alla partenza in assenza di compagnia. Paradossalmente sono più gli uomini che sembrano temere questa possibilità, il 56% del campione timoroso. Le donne si devono esser fatte forza dopo Donna Avventura, o semplicemente è l’ennesima prova che il gentil sesso si è decisamente emancipato, lasciando la condizione di bamboccioni ai loro compagni.

Raccontata così ha dell’apocalittico, quasi. In realtà le cause che portano un viaggiatore a trovarsi senza compagni di viaggio e, quindi, a rinunciare alla partenza, sono ovvie: incompatibilità del proprio periodo di vacanza con quello dei propri potenziali compagni (28%), la presenza tra gli amici di coppie con bambini che ripiegano su altre soluzioni (23%) e stoici vacanzieri irrigiditi nella preservazione del loro ideale di vacanza e non disposti a scendere a compromessi con il proprio partner (29%).

Quelli che partono poi fanno vacanze più corte, però la maggior parte sembra non saper rinunciare al mare. L’osservatorio nazionale del turismo ha sì evidenziato la scelta di soluzioni di minor spesa, la media è di 4 notti per i soggiorni in Italia (-2) e 6 per quelle all’estero (-1), tuttavia già il mese di Luglio ha segnato buone medie con 9.9 milioni di vacanzieri (il 19,6% degli italiani), con 7,7 milioni rimasti nel Bel Paese. Gettonatissimo il mare (50,5%), seguono le città d’arte come Roma, Firenze e Milano (30,1%), e la sorpresa delle località turistiche dell’entroterra che si attestano ad un 12,3% della scelta. La spesa media si aggira sui 700 euro pro capite per i soggiorni in Italia in Luglio e 500 in Giugno,  per l’estero si va dai 1000 di Giugno ai 1200 di Luglio e Agosto.

I giovani puntano sempre all’estero, Grecia e Spagna come sempre, bene il Mediterraneo, a dire di Fabio Savelloni, direttore vendite di Cts Viaggi. Ma la novità è data dalle vacanze aggregative e dagli scambi casa con un incremento degli iscritti ai portali di riferimento passati da 18.000 a 25.000 di cui più di mille in Italia. Insomma vacanze si, ma con qualche trucco.

Luca Colnaghi

Leave a Reply