Pubblicato il: 30 Settembre, 2009

Mondoñedo medioevale

mondonedoI cavalieri, l’armi, le audaci imprese, come in uno dei migliori racconti medievali. E del resto sul piazzale della cattedrale, perla del XIII secolo, così come per tutto il borgo, sfilano crociati, menestrelli, giullari, dame e cavalieri tra giostre medievali, calderoni e antiche locande. Seconda settimana di agosto. Mercato Medievale di Mondoñedo. Il Medioevo, oggi. La macchina organizzativa della festa è ormai rodata, siamo alla 18° edizione e l’affluenza di turisti è in continua crescita così come le iniziative che contornano questa celebrazione. Il paese si veste scenograficamente: i bar diventano antiche locande con drappi, covoni, paglia sui bancali, le strade cittadine fiera di prodotti gastronomici ed artigianato, spettacoli gratuiti organizzati nel centro cittadino. L’aspetto decisamente più spettacolare sono le due fontane che spillano in continuazione vino e birra per tutti. Gratis e in quantità illimitate, previo acquisto di un bicchiere di terracotta a prezzo irrisorio (quest’anno erano 3 euro). Con questo lasciapassare si ha l’accesso all’Eden. Li vicino in una serie di calderoni per tutto il giorno vengono fatti bollire quarti di carne, cosce di maiale, teste di vitello e tutto l’occorrente per la preparazione del caldo galego, Mr. Muscolo del tubo intestinale post sbronza, che verrà servito nella serata gratuitamente. L’estate spagnola è una continua semana grande, ci si potrebbe spostare giornalmente di città in città in un continuo clima festaiolo. Qui, in questo bel borgo medioevale vicino al confine con le Asturias, il plus valore è dato dall’ambientazione. L’orgoglio cittadino per questo tipo di celebrazioni è palpabile. Mondoñedo è ciudad muy noble, muy noble e muy fidel dal XIX secolo, anche se non è più capitale della provincia dato che il titolo è stato spostato a Lugo, città patrimonio dell’Unesco. In comune tracce di insediamenti antichissimi. Mondoñedo, prima Valibria, è stata parte del primo regno medioevale d’Europa: siamo nel V secolo quando gli Svevi vi si installarono unificando il territorio attorno alla capitale Braga nel Nord del Portogallo, prima sede vescovile dell’intera Penisola Iberica. Ed è attorno alla Cattedrale che anche a Mondoñedo è sempre stata organizzata la vita cittadina, feste incluse. Sempre in Agosto infatti As San Lucas, 5 giorni di festa in ricorrenza della consacrazione della cattedrale nel 1246 – benché in realtà un secolo prima fosse già stata istituita e con una durata maggiore – in cui tra processioni e celebrazioni religiose, fiere del bestiame e di prodotti gastronomici i pullman gonfi di turisti continuano ad arrivare in città. La cosa sorprendente è la partecipazione corale. Non soltanto turisti ed esercenti, attori e pubblico pagante insomma, ma anche i privati prendono parte alla mascherata. Non di rado, infatti, nei cortili e nei box delle abitazioni, tavolate imbandite con re, regine e cortigiani. Si, in tempo di crisi i castelli diventano box, ma si ha ancora la forza di ridere e festeggiare.

Luca Colnaghi

Leave a Reply