Top
FacebookYou Tubetwittermyspace

On Tender Hooks – Teneri ganci

28 ottobre 2013, di   Stampa articolo Segnala articolo  

on_tender_hooks_documentario_shenton
In foto - La locandina del film documentario
Un viaggio nell’arte dell’ “Human suspensions”,  uno sguardo sui cosiddetti ‘sospesi’, ha caratterizzato uno dei due film proposti al Ravenna film Festival nella seconda giornata. Con il lungometraggio On Tender Hooks la regista inglese Kate Shenton ha voluto sondare la molteplicità  delle emozioni individuali di fronte a scelte estreme come quelle delle modificazioni sulla pelle. Il soggetto su cui  si focalizza l’attenzione  è infatti  il corpo umano, con i suoi eccessi e i suoi limiti.

L’human suspensions o body piercing ha origini antiche, legate per lo più alle comunità  primitive sparse in più parti del mondo. Questa pratica di trazione e sospensione era considerata una fase di passaggio, una sorta di rito di iniziazione dall’età adolescenziale all’età adulta. Oggi viene intesa più come  ricerca di un’esperienza intensa, le cui motivazioni variano da persona a persona. Ed è proprio su questa varietà di reazioni, di emozioni, di vissuti, che la Shenton punta i riflettori, raccontandoci, oltre alle motivazioni, anche le conseguenze. E così conosciamo il caso di una donna croata arrestata davanti ai suoi figli minorenni per averli fatti assistere ad una pratica di sospensioni, o quello di chi ha cercato e cerca nell’atto dell’essere sospeso con i ganci una sorta di catarsi.

Il documentario è un po’ crudo,  fedele alle esperienze ritratte e riprende le espressioni dei volti, il sangue che cola sulle parti del corpo bucate. Tuttavia, in questa sua crudezza, lo spettatore reagisce in modo diverso ed anche questo rientra tra gli intenti della regista che voleva si capisse il messaggio di libertà contenuto nel suo lungometraggio, così come spiega al suo pubblico dopo la proiezione del film. Il suo lavoro è infatti un invito ad abolire qualsiasi pregiudizio nei confronti delle scelte altrui; è quindi una sorta di richiamo alla tolleranza, alla comprensione  mediante l’abbattimento di barriere, anche se fatto  per  mezzo di ganci  e di corpi  sanguinanti.

RC

Facebook Digg Del.icio.us StumbleUpon Reddit Twitter RSS

Commenti

Inserisci un commento...
inoltre, puoi aggiungere un avatar.

(Si informa che ai sensi dell'art. 13 d.lgs. 196/2003 gli ip dei commenti vengono registrati.)
Nota bene: essendo i commenti soggetti a moderazione non se ne garantisce la pubblicazione.

Bottom