Pubblicato il: 14 novembre, 2010

Pacchetto Sicurezza: rafforzati i poteri dei Sindaci

poliziaIl consiglio dei Ministri nella seduta del 05 novembre 2010  ha approvato un decreto legge ed un disegno di legge contenenti norme in materia di sicurezza e ordine pubblico su proposta del Ministro dell’Interno Roberto Maroni. I provvedimenti  dettano  norme  più stringenti in materia di controllo del territorio, di rafforzamento dei poteri dei sindaci in materia di ordine e sicurezza pubblica, rispondendo così, almeno nelle intenzione del governo, all’esigenza di dare risposte alle richieste dei cittadini ed anche dei responsabili istituzionali della sicurezza stessa. Previste norme per quanto concerne  il rimpatrio dei cittadini provenienti da stati facenti parte della comunità europea, dando attuazione ad una direttiva della comunità stessa, la n. 38 del 2004  che prevede che se un cittadino dell’Unione europea vuole risiedere stabilmente in un paese diverso dal proprio oltre i 90 giorni deve rispondere a determinati requisiti e cioè avere un lavoro, un reddito e un’idonea abitazione. La violazione, della direttiva  oggi non è sanzionata e dunque il decreto sicurezza introduce una sanzione che è l’invito ad allontanarsi» per il cittadino comunitario. Se questo invito non viene rispettato è prevista l’espulsione del cittadino comunitario per motivi di ordine pubblico. La norma è stata inserita nel disegno di legge e non nel decreto legge,  perchè il governo ha inteso notificare la proposta alla Comunità europea per acquisirne il parere, anche perché in altra occasione il governo ha tentato l’approvazione della norma, tentativo fallito a causa del parere contrario della Comunità europea. Approvata anche una norma che prevede l’espulsione, attraverso l’emissione del foglio di via, delle donne che esercitano l’attività della prostituzione per le strade in violazione dei divieti sanciti dalle ordinanze dei sindaci. Ripristinato l’istituto dell’arresto in flagranza differito, con validità fino al 30.06.2013, per i tifosi coinvolti e, ritenuti responsabili di incidenti durante la manifestazione sportive (partite di calcio), cioè  entro 48 ore dal  termine della manifestazione e, sulla scorta delle  riprese video effettuate con le telecamere istallate negli stadi. Istituita una sanzione pecuniaria da euro 20 mila ad euro 100 mila a carico di coloro che provocano lesioni agli steward, ai quali il decreto riconosce la qualifica di ausiliari delle forze dell’ordine. Liberalizzata il Wi-Fi  dal 1^ gennaio 2011 consentendo ai  cittadini di collegarsi ad internet  senza restrizioni, come ad esempio l’obbligo di  presentazione della fotocopia carta di identità negli intenet point. E’ stata potenziata l’agenzia per i beni confiscati alla criminalità organizzata.

Angelo Ruberto
(avvocato del foro di Lucera)

Leave a Reply