Pubblicato il: 26 Gennaio, 2010

Palermo: 23 famiglie attendono una casa popolare da 3 anni

Stefania Petyx li va a trovare in via Messina Montagne tra sporcizia e freddo.
Dovevano essere realizzati 450 nuovi alloggi entro il 2008 ma c’è sempre un problema: o i finanziamenti o le aree edificabili. Un piano regolatore che non viene più rivisto dal 2002. E intanto? La gente vive nei containers nell’indifferenza del Comune di Palermo con la vana promessa di un alloggio nel giro di pochi mesi. Chi ha fatto qualcosa di concreto è stato uno dei fondatori dell’Associazione “Muovi Palermo”, Marcello Bartolotta, che nasce nel settembre del 2009 dall’aggregazione spontanea di alcuni gruppi su Facebook legati dall’intento di creare a Palermo un movimento apartitico di persone che si sono stancate dell’inefficienza dell’Amministrazione cittadina. Le condizioni igienico-sanitarie del posto sono allucinanti. “L’associazione ha cercato di intervenire sia supportando le famiglie, e specialmente i bambini, con attività che potessero per qualche attimo alleviare le gravi sofferenze anche psicologiche che vivono (abbiamo portato i regali a Natale ed organizzato la Befana di Muovi Palermo in Piazza Marina, andando a prendere i bambini e le famiglie con le nostre macchine), sia interessando l’opinione pubblica con la realizzazione di foto e filmati che abbiamo presentato in varie occasioni”, così continua il sig. Bartolotta rimproverando anche il vice Sindaco Scoma che aveva promesso un celere intervento mai effettuato. Data la gravità della situazione, è intervenuta Stefania Petyx, l’inviata della trasmissione “Striscia la notizia” a denunciare non solo le condizioni igienico-sanitarie nelle quali vivono i nostri palermitani ma anche svelare che non bisogna andare molto lontano per conoscere gente che soffre a causa della mal gestione della società.

Caterina Tipa

Le Famiglie nei containers (Video Associazione “Muovi Palermo”)

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.