- Lo Schiaffo - http://www.loschiaffo.org -

Premio Regionale Santi Correnti 2009

Si è svolta domenica 14 giugno alle ore 18,00 nell’Aula Didattica della Facoltà d’Ingegneria dell’Università degli Studi di Catania, la IV edizione del Premio “Santi Correnti”. L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale “L’Elefantino” con la collaborazione della Facoltà d’Ingegneria dell’Università di Catania e con il patrocinio della Provincia Regionale e del Comune di San Gregorio, ha visto la partecipazione di molti personaggi illustri tra cui il Prof. Abubaker Sweihli, rappresentante del Dipartimento di Biologia Animale libanese di El-Fateh di Tripoli, e il sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi che si è mostrato entusiasta dell’invito sottolineando come questo Premio ha il merito di puntare l’attenzione sugli aspetti positivi della Sicilia e non solo su quelli negativi che spesso sono gli unici ad essere raccontati dai mass media. A condurre la serata è stata la giornalista Stefania Bonifacio, presidente dell’Associazione Culturale, che grazie alla collaborazione del suo staff ha intrattenuto il pubblico ripercorrendo i momenti più salienti ed alcuni episodi di vita dell’antica storia siciliana. A rendere la narrazione più stuzzicante è stato lo chef palermitano Davide D’Arcamo che insieme alla presentatrice ha rivisitato, grazie a qualche breve aneddoto e simulazione culinaria, le abitudini alimentari ed i menù prediletti dalle tredici dominazioni che si sono susseguite in Sicilia. Fulcro dell’evento però è stata la presenza di queste personalità del mondo culturale che si sono alternate sul palco dell’Aula Magna per ritirare il premio in onore di Santi Correnti, che ha dedicato gran parte della sua attività alla storia popolare della Sicilia. A ricevere la statuetta sono stati: il sig. Tindaro Pidonti, meritevole di essere stato il primo fotografo dei Nebrodi, Don Ugo Aresco, per il contributo sociale fornito grazie alla fondazione del “Clan dei ragazzi”, l’Assessore Ignazio Motta, per aver promosso la solidarietà verso i bambini di Chernobyll nell’ambito del progetto di affidamento estivo, il sig. Elio Ruffo, autore dei bellissimi ritratti esposti nella Galleria Regionale Siciliana, il dott. Ignazio Bugio, per la sua tecnica innovativa che vede l’applicazione dell’informatica alla ricerca storica, lo Chef Davide D’Arcamo, per aver incentivato la diffusione della cucina siciliana nel mondo, il prof. Nevio Del Monico, noto chimico che ha apportato notevoli miglioramenti nella tecnica del restauro dei monumenti, Vittorio Sgarbi, per aver rinnovato l’identità culturale e per aver riportato a nuova luce la città di Salemi, il prof. Abubaker Sweilhi, responsabile dell’accordo tra l’Università di Tripoli e quella di Catania che è stato accompagnato sul palco dal collega e responsabile italiano, il prof. Alfredo Petralia, direttore del Dipartimento di Biologia Animale di Catania. Una serata ricca di cultura quella del Premio Santi Correnti, ma che ha avuto un protagonista fra tutti: l’orgoglio di essere siciliani.

Greta Montesano