Pubblicato il: 22 Settembre, 2010

Presagio finale – First snow

Guy PearceJimmy Starks è un venditore che gira per gli Stati Uniti per cercare di piazzare nei bar la sua nuova scommessa, i juke box. Un giorno Jimmy rimane in panne con l’auto in una strada persa nel nulla del New Mexico e, in attesa della riparazione, decide di passare il tempo consultando un indovino che si trova nelle vicinanze. L’uomo, dopo avergli preso le mani, inizia a predirgli il futuro: il risultato di un incontro di basket e una grossa somma di denaro, in arrivo da Dallas. Ma ad un certo punto scosso da vibrazioni negative è costretto ad interrompere la seduta. Jimmy inizialmente non prende sul serio l’indovino, ma quando il risultato dell’incontro di basket si avvera ed arrivano i soldi da Dallas, allora inizia a chiedersi cosa abbia visto l’uomo per interrompere bruscamente la seduta. Verranno così fuori alcuni scheletri dal passato ed un futuro che terminerà non appena arriverà la prima neve.

“Presagio finale” è un thriller psicologico, diretto dal regista esordiente Mark Fergus, già autore di numerose sceneggiature per il cinema. Un esordio indubbiamente positivo. Fergus ci pone una domanda: esiste un destino, e quindi tutte le nostre azioni sono rivolte verso una direzione? O siamo noi stessi con le nostre azioni a controllare l’andamento degli eventi? Questa è la stessa domanda che si pone Jimmy Starks, interpretato dall’enigmatico Guy Pearce. Fergus mette a nudo quindi lo stato d’animo di un personaggio combattuto ed emotivamente instabile a causa di una predizione negativa del futuro. Starks diventa un uomo ossessionato, nulla ha più importanza se non la scoperta di quando arriverà il colpo di grazia. È quello il momento in cui riemergeranno i sensi di colpa per gli errori del passato. Jimmy diventerà un uomo che, più che attendere, andrà incontro inesorabilmente al proprio destino.

Diego Bonomo

Leave a Reply