Pubblicato il: 21 Settembre, 2010

Quando il Design si siede sull’ “onda”, sull’eleganza e sulla storia

sedia brno

Se i divani sono stati inventati per offrire riposo al corpo (esausto dopo una giornata di lavoro, o voluttuoso durante una giornata di ozio),  le sedie rappresentano il momento sacro del banchetto (in compagnia o in solitudine). Ecco perché la forma in cui queste sono realizzate determina la presenza o  l’assenza di confort.  Classicdesign offre tre diversi modelli di sedie di design:

La Sedia di Alvar Aalto, in faggio curvato color naturale, inventata da Alvar Aalto. Rispetta sotto tutti gli aspetti il principio artistico su cui si fonda  la sua  idea di Architettura, legata al concetto di organicità; l’obiettivo è l’equilibrio tra l’uomo e la natura, l’armonia tra l’individuo e l’ambiente circostante. Ed è proprio il legno il materiale organico con cui Aalto sperimenta le funzioni di ciò che offre la natura, un legno che  egli curva in ogni direzione dando vita a quell’onda che diverrà lo stilema della sua mano artistica.

La Brno Chair (Sedia Brno) di Ludwig Mies van der Rohe. Presenta una struttura in barra d’acciaio piatta inossidabile. Il sedile e lo schienale sono imbottiti in espanso rivestiti di pelle. Ne esistono 2 versioni: la prima (quella originale) è in tubolare d’acciaio, la seconda invece è in barra d’acciaio piatto. Si presta ad essere utilizzata sia come sedia da pranzo che come sedia per ufficio.

Infine la Sedia girevole  Tulip di Eero Saarinen. E’ costituita dalla base di alluminio laccato lucido  (in bianco, grigio o nero) e dalla scocca in ABS . Il cuscino sfoderabile (disponibile in vari colori e materiali) è fissato alla seduta tramite velcro. Spesso in commercio la base non è in alluminio, i cuscini non sono sfoderabili e la scocca non è rinforzata; la stabilità e il design della sedia ne risentono pesantemente. Per chi cerca confort, equilibrio e bellezza, quindi, la suddetta sedia rappresenta la scelta migliore.

Rossana Carbio

Leave a Reply