Pubblicato il: 10 luglio, 2015

Rivoluzione elettroniche tra bitcoin e coupon

bit-coin-722072_640

La tecnologia fa passi da gigante, ed il web è una delle sue creazioni migliori che ci permette da sempre di svolgere molte delle nostre attività quotidiane in maniera semplice e veloce. Soprattutto per quanto riguarda le varie tipologie di acquisti online, il progresso tecnologico ci propone sempre più metodi efficienti, che possono identificarsi ad esempio nei bitcoin e nei coupon. In questo caso, si tratta di nuove modalità di pagamento, in grado di semplificare in maniera evidente ogni tipo di transazione.

Molto spesso sentiamo parlare di bitcoin e coupon, ed anche di codice sconto. Questi metodi di pagamento e di promozione sono parte integrante delle rivoluzioni elettroniche attuali, che stimolano gli utenti ad acquistare, e riescono anche a dare una notevole spinta all’economia. Il grande successo di questi elementi importanti per gli acquisti, sta comportando una crescita costante della loro creazione, così come della realizzazione dei siti e-commerce che li ospitano. Ma come funzionano i bitcoin ed i coupon?

Innanzitutto, è opportuno sapere che vengono ideati praticamente per qualsiasi cosa, e perciò permettono di acquistare diversi tipi di articoli e servizi: dall’abbigliamento ai viaggi, dalle cene all’oggettistica, dalla telefonia agli articoli per la casa, dai corsi di formazione ai vari dispositivi elettronici presenti attualmente sul mercato. Grazie a questi coupon e bitcoin, è possibile fare shopping direttamente da casa, sedendosi comodamente davanti al proprio pc, oppure avendo a disposizione uno smartphone o qualsiasi altro dispositivo mobile connesso ad internet.

Parlando nello specifico dei bitcoin, possiamo definirli una sorta di moneta virtuale. Questa modalità di pagamento è stata inventata nel 2009, e studiata appositamente per evitare il passaggio dal proprio istituto bancario ogni qualvolta si desidera fare un acquisto online: una volta acquisita una certa quantità di bitcoin, sarà il proprio computer a diventare un portafoglio elettronico, dal quale si potrà attingere in qualsiasi momento. In sostanza, si tratta di un metodo che consente di effettuare ogni transazione in maniera rapida e sicura.

Parlando invece di coupon, è importante sapere che sono molto diversi dai bitcoin. Infatti, non si tratta di monete virtuali, ma di veri buoni sconto o di acquisto che potranno essere utilizzati subito inserendone il codice sul sito nel quale si vuole acquistare e/o usufruire di uno sconto. I coupon possono essere spesi con un acquisto immediato di un oggetto a prezzo vantaggioso, che in seguito potrà essere spedito dal fornitore direttamente a domicilio del consumatore. Infine, alcuni coupon possono erogare sconti sui più svariati servizi come una cena, un soggiorno usando per esempio i coupon spendibili sul sito hotels.com, i buoni sconto utilizzabili per prenotare un volo o per acquistare abbigliamento online e molto altro ancora.

I coupon sono attualmente più utilizzati rispetto ai bitcoin, e per questo nascono costantemente nuovi siti che propongono una grande quantità di queste promozioni. Questi portali sono molto semplici da utilizzare, e permettono di avvalersi di appositi filtri di ricerca, o di visionare tutte le offerte a disposizione anche tramite la geolocalizzazione. È utile dire anche che si tratta di siti che vengono aggiornati molto spesso, e che offrono la descrizione accurata di ogni prodotto o servizio in vendita tramite i coupon.

Ad ogni modo, sia che si tratti di bitcoin che di coupon, il commercio elettronico sta riscuotendo un grande successo, e permette ad ogni cliente di risparmiare tempo, denaro, e lo stress dovuto alla ricerca di ciò di cui ha bisogno. Inoltre il web offre la possibilità di fare acquisti in qualsiasi momento, anche dal proprio smartphone o tablet. Questa opportunità, unita alla funzionalità dei bitcoin e dei coupon che facilitano ogni transazione, sta facendo in modo che lo shopping online cresca in maniera costante. In poche parole, è un’ottima soluzione sia per la crescita delle aziende, che per la soddisfazione dei consumatori.

Monica Fabrizi

Leave a Reply