Pubblicato il: 8 Gennaio, 2010

Rosso Malpelo e i bambini della Bolivia

Nel 2007 ha preso vita l’iniziativa “Cento scuole adottano 1000 bambini“, promossa da Agiscuola e Arbash Film e legata al lancio del film “Rosso Malpelo” del regista Pasquale Scimeca. Si è trattato di una raccolta di fondi, tramite gli incassi delle proiezioni in altrettante scuole italiane, destinata ad aiutare i piccoli lavoratori dei comuni di Atocha e Cotagaita nel Potosi, una poverissima regione mineraria della Bolivia.  Purtroppo esistono ancora milioni di bambini che vengono sfruttati nelle miniere dell’Africa e dell’America Latina. Il progetto si prefigge di raccogliere almeno 500 mila euro a vrà la durata di 3 anni, garantendo, oltre al cibo ed istruzione, anche assistenza sanitaria continua ed un sostegno economico alle madri (in termini di piccolo credito) affinché possano formare cooperative e piccole imprese economiche. L’Etna Film Commission e l’assessorato regionale ai Beni culturali si sono fatti promotori della raccolta fondi.

L’iniziativa inoltre è stata ed è anche un’occasione per un impegno didattico per gli alunni e docenti di varie discipline poiché la novella verghiana a cui il film si ispira (Rosso Malpelo per l’appunto) è capace di dare vita ad un lavoro (che potrebbe anche essere di gruppo e generale) finalizzato alle problematiche dello sfruttamento dei bambini, in grado di coinvolgere letteratura, geografia, storia e quanto altro possa avere riferimenti al sociale. Speriamo ne vengano promosse tante di queste iniziative tra l’arte e il sociale.

Sabina Corsaro

Leave a Reply