Pubblicato il: 6 Giugno, 2009

Steiner e il morbo della mucca pazza

rudolfsteiner“Se il bue mangia carne impazzirà”: queste furono le parole di Rudolf Steiner, fondatore dell’antroposofia, scienziato e veggente. Ma non solo, Steiner si occupò anche di problemi sociali, medici, agricoli oltre che spirituali. Seppe conciliare abilmente la sua preparazione scientifica con le visioni spirituali che aveva spontaneamente. Tenne dei corsi di agricoltura e allevamento nei quali parlò di armonici ritmi naturali e di cooperazione tra forze terrestri e quelle cosmiche, fornendo anche consigli precisi e insegnando, per esempio, a concimare il terreno senza far ricorso a sostanze chimiche, ad alimentare correttamente il bestiame e così via. Ma la cosa che oggi ci turba è il suo discorso tenuto alla conferenza del 13 Gennaio 1923 a Dornach. Discorso che profuma di  profezia. Steiner disse: ” Immaginate che il bue cominci a mangiare della carne, malgrado il fatto che sia in grado di produrne da se. Cosa succederebbe se anziché mangiare erba mangiasse carne? Avverrebbe che le energie di cui dispone non verrebbero utilizzate. Esse provocherebbero nell’animale l’accumulo di sostanze di scarto di ogni tipo che hanno un debole per il sistema nervoso e per il cervello. Queste sostanze si dirigerebbero verso il cervello e il bue impazzirebbe”. Coincidenza o previsione? Quella di Steiner non è il primo caso di premonizione, ne è pieno il passato e il presente, sta solo all’uomo coglierne il messaggio e interpretarlo correttamente. Se solo si facesse più attenzione a queste coincidenze, probabilmente, molte cose potrebbero evitarsi.

Roberta Leonardo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.