Pubblicato il: 10 Novembre, 2009

Strage di Viareggio: partono le cause civili

strage-viareggioIl 29 Giugno di quest’anno un treno cisterna è esploso nei pressi della stazione ferroviaria della città di Viareggio, provocando 30 morti e 25 feriti, con notevoli danni alle abitazioni e agli esercizi commerciali circostanti. Ora, a quasi cinque mesi di distanza, parte la prima causa civile per la strage avvenuta nella cittadina toscana. La causa è stata intentata da una signora, Irene Manfredi, che ha subito gravi ustioni su gran parte del corpo e danni irreversibili alla sua abitazione. La signora ha citato le Ferrovie italiane, colpevoli, a suo dire, dei gravi danni materiali e psicologici subiti, in quanto controparte importante e direttamente colpevole della strage. La causa più probabile dell’incidente è attribuibile al cedimento di un asse del primo carrello cisterna che poi è deragliato: la manutenzione di questi carrelli era affidata alla Cima Riparazioni, ditta mantovana, ma le cisterne che venivano trasportate erano di proprietà della società GATX che le aveva cedute in comodato d’uso alle ferrovie dello Stato. I legali della donna ritengono direttamente responsabili le Ferrovie, in quanto utilizzatori finali delle cisterne incriminate: nessuno si è preoccupato di verificare l’attendibilità della società cedente e dei suoi carri, bloccando di fatto l’uso dei carri di proprietà della GATX solo a strage avvenuta. Indagini successive hanno addirittura rilevato che parti del carro risultavano prodotte nel 1974, nell’ex Germania dell’est. È proprio su questo punto che battono i legali della signora Irene: Trenitalia è responsabile di perseguire l’uso del mal costume tutto italiano del cambiamento riparatorio, utile solo a nascondere temporaneamente mancati controlli e mancate manutenzioni alle macchine. Questa causa potrebbe essere la pietra miliare verso un processo molto più largo che potrebbe interessare le tante famiglie colpite dalla strage e, perché no, anche il Comune di Viareggio che potrebbe costituirsi parte civile e avere un consistente risarcimento danni. Causa che viaggia di pari passo con l’inchiesta penale aperta dalla Procura di Lucca.

Massimiliano Mogavero

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.