Top
FacebookYou Tubetwittermyspace

Un’odissea chiamata “trenitalia”

20 marzo 2012 by · Nessun commento 

treinitalia“Ho speso 36 euro per l’abbonamento mensile a trenitalia, e poi ne ho impiegati più del doppio nel carburante” riferisce uno dei tanti pendolari che in questo mese di febbraio hanno patito le pene dell’inferno aspettando treni cancellati, soppressi o mai partiti. La neve di inizio mese –critica in tante zone d’Italia- ha bloccato i mezzi di trasporto per diverse settimane, tra ritardi mostruosi e proteste dei pendolari. Tanti si sono ritrovati bloccati per ore nelle stazioni, hanno accumulato dei ritardi sul lavoro, perduto delle ore di lezione o sono stati costretti ad usare la macchina, nonostante i soldi spesi nell’abbonamento. (continua…)

Pagina successiva »

Atenei in rivolta: l’università ai tempi della crisi

1 febbraio 2012 by · Nessun commento 

atenei-in-rivoltaIl locale scelto per l’intervista è nel centro storico di Bologna. Uno di quei posti, all’interno della zona universitaria, in cui gli studenti si ritrovano dopo le lezioni per un caffè, uno spuntino veloce, un aperitivo. C’è musica in sottofondo e una partita sugli schermi. Laura, Cecilia e Sara- le prime due iscritte alla facoltà di scienze politiche, la terza a lingue e letterature straniere- soddisfano subito la mia curiosità riguardo alla nascita di Atenei in Rivolta, il gruppo studentesco che aveva attirato la mia attenzione sulle pagine di Facebook. (continua…)

Pagina successiva »

Paul McCartney in Italia: cinquant’anni di Beatlemania

2 dicembre 2011 by · Nessun commento 

Paul McCartney ukulele
Canzoni cantate a squarciagola, calca e qualche sospiro ricordando i buon vecchi tempi: questo si sono trovate davanti le 12000 persone che hanno preso parte al concerto di Paul McCartney tenutosi sabato 26 novembre a Bologna, e le altrettante che si sono recate il giorno seguente a Milano per la data successiva. (continua…)

Pagina successiva »

Quando “da sola” non basta

21 ottobre 2011 by · Nessun commento 

la-rupe
In foto: Il centro accoglienza La Rupe
Percorrendo il vialetto circondato dal verde, arrivo in un luogo lontano dai rumori della città e immerso in una quiete particolare. Ci sono delle ragazze che raccolgono le foglie cadute al suolo. Ci sono i giochi per bambini e gli abiti stesi al sole. La Rupe femminile è un centro di accoglienza di Bologna per donne con dipendenze da droga ed alcol, che collabora con il SerT. Ha una casa patronale con ambienti comuni, camere da letto e uno spazio per le attività dei bambini: spesso, infatti, vengono ospitate delle madri con i propri figli. (continua…)

Pagina successiva »

A Bologna è scattata “l’ora T”

20 settembre 2011 by · Nessun commento 

via Rizzoli T DAys
Una vasta area pedonale dove poter passeggiare, ascoltare musica, chiacchierare, fare compere o bere qualcosa. Uno spazio senza auto, bus e motorini; senza traffico e senza fretta. Unici mezzi ammessi: biciclette, passeggini e risciò.

Nell’ambito della settimana europea della mobilità sostenibile, Bologna ha riscoperto il suo centro storico: via Rizzoli, via Indipendenza e via Ugo Bassi (la cosiddetta “zona T”), via Altabella, via Marsala, via Oberdan e via Caprarie (continua…)

Pagina successiva »

I giovani e il web: la storia italiana di un connubio di successo

3 giugno 2011 by · Nessun commento 

freshcreatorCi sono i protagonisti di una periodo storico dai risvolti incerti. Una generazione  di giovani, fin troppo spesso descritti come eroi negativi nella loro presunta mancanza di buona volontà o di umiltà; oppure, cambiando il punto di vista, trasformati in eroi positivi nell’affrontare una situazione in cui si sono ritrovati, loro malgrado, a dispetto di sogni e aspirazioni coltivati negli anni. Leggi tutto

Pagina successiva »

Angeli alle fermate: in città non si è più soli

9 maggio 2011 by · Nessun commento 

angeli_alle_fermateAli candide ad abbracciare il corpo e sorrisi sui volti. Angeli che vegliano sul centro di Bologna e di Genova, per donare allegria e assistenza ai cittadini. Angeli che accompagnano persone sole a casa su richiesta; che informano e  rendono le fermate degli autobus più sicure; che contrastano isolamento e indifferenza. (continua…)

Pagina successiva »

Bottom