Top
FacebookYou Tubetwittermyspace

Italia, anno 2012: quadro di povertà

11 maggio 2012 by · Nessun commento 

povertaÈ un episodio che non è passato sui notiziari nazionali, ma che vale la pena di essere citato: lo scorso 2 aprile a Padenghe, un paesino nel bresciano, un pensionato di 69 anni ha scippato la propria vicina, sua coetanea, che aveva appena ritirato la pensione. Un giovane ha poi fermato la sua corsa consegnandolo ai carabinieri: la pena di cinque mesi di reclusione gli è però stata sospesa dopo che si è venuti a conoscenza delle motivazioni che lo avevano spinto a commettere reato: la propria, misera pensione di 900 euro al mese non era sufficiente. (continua…)

Pagina successiva »

Contratto unico? No, grazie

27 febbraio 2012 by · Nessun commento 

ilnostrotempoèadessoC’è un leit motiv che accompagna le proteste dei precari, le manifestazioni degli studenti in piazza, i gesti eclatanti dei disoccupati e spesso anche delle loro famiglie: la necessità di far sentire la propria voce per una giusta riforma sul mondo del lavoro, dopo mesi- se non anni- di attesa, di silenzi, di frasi di rito, in bilico tra speranza e amara rassegnazione. Con l’insediamento del governo Monti questa necessità è diventata sempre più pressante ed urgente, in un periodo di forte crisi e recessione, segnato da un (continua…)

Pagina successiva »

I nuovi poveri siamo noi

30 dicembre 2011 by · Nessun commento 

Tagli, tagli, tagli e recessione. Sono queste le parole d’ordine con cui l’Italia affronta la crisi mondiale: cercando di abbattere il debito con tasse sempre più alte e sempre più pesanti.

E mentre la classe politica si para dietro alle lacrime di coccodrillo per una riforma che doveva essere fatta e che è stata commissionata ad un esterno solo perché la classe politica non ci rimettesse la faccia agli occhi degli italiani (che per un bel po’ ricorderanno Mario Monti come “colui che ci ha riempito di tasse”), la popolazione Leggi tutto

Pagina successiva »

Eroi di un sogno

26 settembre 2011 by · Nessun commento 

Figli-delle-stelle-locandina
Figli dele stelle (Locandina)
“Ragazzo mio, un giorno sentirai dir dalla gente
che al mondo stanno bene solo quelli che passano la vita a non far niente
no,no,non credere no,
non essere anche tu un acchiappanuvole che sogna di arrivare
non devi credere, no, no, no non invidiare
chi vive lottando invano col mondo di domani” (continua…)

Pagina successiva »

La vita non aspetta: in migliaia a Roma per la manifestazione contro il precariato

12 aprile 2011 by · Nessun commento 

precariato_proteste“Il nostro tempo è adesso”, “Stop al precariato”, “Non siamo più disposti a tutto”. Questi gli slogan dei migliaia di manifestanti che, sabato 9 aprile, si sono radunati a Roma, nella centralissima piazza della Repubblica – in contemporanea con altre città italiane come Milano, Bologna, Napoli, Torino – per protestare contro il precariato. Intorno alle 15, in una moltitudine di colori e con tanta musica di sottofondo, si è alzata (continua…)

Pagina successiva »

Una strada disastrata e 120 aziende a rischio chiusura

26 dicembre 2010 by · Nessun commento 

strada-provinciale-limatola
Strada provinciale Limatola (Caserta-Benevento)

Dodici chilometri di asfalto… o meglio, dodici chilometri di buche. Siamo a Limatola, Comune di quasi quattro mila abitanti posto a confine tra la Provincia di Caserta e quella di Benevento, a cui appartiene; un paese a vocazione prevalentemente agricola, in cui però non mancano numerose piccole aziende, alcune storiche, come ad esempio la SEA, produttrice di toner per stampanti. Le aziende sono tutte concentrate lungo un’arteria principale del paese, quella (continua…)

Pagina successiva »

Fiat: “Abbassate la testa perché chi si ribella fa la fine di Rosario”

1 dicembre 2010 by · Nessun commento 

licenziamenti-fiatRosario Monda lavorava alla Fiat di Pomigliano d’Arco fino al 2006, anno in cui è stato travolto dall’onta del licenziamento. Sposato, padre di un bimbo di otto mesi, Rosario si trova così, da un anno e mezzo ormai, senza salario, nonostante una sentenza della magistratura abbia imposto alla ditta torinese di reintegrarlo. (continua…)

Pagina successiva »

Bottom