Top
FacebookYou Tubetwittermyspace

Il ritorno all’asilo

31 gennaio 2015 by · Nessun commento 

bambino-piangeDurante l’anno scolastico può accadere che un virus di stagione trattenga il bambino a casa per alcuni giorni, rendendo il rientro all’asilo fonte di capricci e di rifiuti. Le difficoltà nel riprendere i ritmi dell’asilo si possono presentare anche dopo le vacanze natalizie o pasquali quando il piccolo deve nuovamente staccarsi dai genitori e rientrare a scuola. (continua…)

Pagina successiva »

La droga non fa prigionieri

22 giugno 2014 by · Nessun commento 

droga-marijuanaUna ragazzina s’è sentita male a scuola, una canna di troppo l’ha obbligata in orizzontale, è finita sull’ambulanza e poi in ospedale.

Una minorenne ha comprato la sua dose dietro quell’angolo mai troppo celato, come accade ultimamente vicino alle scuole, dentro le scuole, fin dentro la classe.

Una giovanissima ne ha fatto uso, badate bene, non ho detto abuso, ne ha preso qualche tiro la mattina, ma come qualcuno ostinatamente persiste a ripetere, è importante farlo responsabilmente, consapevolmente, tant’è finita su un lettino del pronto soccorso. (continua…)

Pagina successiva »

Sicilia: Protesta concorsone 2012

14 novembre 2013 by · Nessun commento 

concorsone-scuolaUna delegazione di partecipanti al Concorsone 2012 per le classi di concorso infanzia e primaria, appartenenti alle province di Ragusa, Catania e Messina, per il tramite dell’Avv. Fabio Rossi di Catania, ha provveduto ad inviare diffida ad adempiere al Ministro dell’Istruzione ed all’Ufficio Scolastico Regionale di Palermo in particolare, denunciando la ingiustificata lentezza ed inefficienza nello svolgimento delle operazioni concorsuali relativamente alla formazione della graduatoria delle classi di concorso infanzia e primaria. (continua…)

Pagina successiva »

Immigrazione : criminalità = razzismo : società

25 ottobre 2012 by · Nessun commento 

manifestazione-razzismoTexas, 1980: l’afroamericano Clarence Brandley lavora come bidello in una scuola superiore. Sta per chiudere l’edificio, quando alcune ragazze lamentano la scomparsa di una loro amica, assentatasi da molto tempo per andare in bagno. La sedicenne viene trovata morta: è questo solo l’inizio di un processo che lo vedrà imprigionato per 10 anni, tra cui un lungo periodo passato nel braccio della morte. Contro di lui non ci sono prove, i testimoni vengono costretti a testimoniare a suo sfavore, gli indizi che mostrano che lui non può essere stato vengono fatti accuratamente sparire. Clarence scampa alla morte per un pelo. (continua…)

Pagina successiva »

La lotta dei (e tra) Precari

31 agosto 2012 by · Nessun commento 

LOGO-PRECARI-UNITI-CONTRO-I-TAGLII docenti precari continuano a subire gli effetti di quella che rappresenta una vera e propria umiliazione inferta in questi anni da una classe dirigente poco capace di risolvere concretamente l’ingarbugliata situazione in cui vige la Scuola. Dopo quelli della Gelmini, anche i propositi  del Ministro Profumo, comunicati in questi giorni attraverso i media, hanno messo in allarme tutti i docenti, abilitati e non abilitati (‘vissuti’ e sopravvissuti).
L’ultimo concorso per  occupare posti di ruolo nella scuola risale al 1999-2000; dopo ben 13 anni  ne viene oggi comunicato un altro, con caratteri e requisiti a dir poco discutibili. (continua…)

Pagina successiva »

Educare dentro e fuori il carcere

10 luglio 2012 by · Nessun commento 

carcere-pena-uomo-manetteNelle classi scolastiche i più giovani non sanno nulla o quasi dell’istituzione carcere, della pena, della privazione della libertà, se non quanto gli viene propinato dai film, dai fumetti, dalle cronache spesso riduttive. Le persone mature, agenti sociali responsabili, forse ne sanno qualcosa di più, dico forse perché oppressi dall’insicurezza: da una parte la precarietà lavorativa e ideale, dall’altra la scarsezza di fondi, di interventi, che spostano l’attenzione dove non c’è luce per meglio vedere. Eppure in questo paese dei balzelli dialettici, della semiologia a effetto, degli ermetismi che privilegiano i suoni alle verità, sarà meglio (continua…)

Pagina successiva »

Sangue innocente sui banchi di scuola

5 giugno 2012 by · Commenti disabilitati su Sangue innocente sui banchi di scuola 

“Oggi siete stati selvaggiamente colpiti, per la prima volta nella nostra pur travagliata storia unitaria e repubblicana, davanti ad un edificio pubblico nel quale vi stavate recando sicuri di essere protetti, per imparare a diventare cittadini.” Questo è un pezzo della lettera con cui il ministro dell’istruzione Francesco Profumo ha comunicato agli studenti delle scuole italiane la propria solidarietà dopo ciò che è accaduto a Brindisi lo scorso 19 maggio: all’istituto professionale Morvillo Falcone è morta, infatti, la sedicenne Melissa Bassi, vittima di un ignoto che, dopo aver piazzato tre bombole a gas sotto ad un cassonetto (continua…)

Pagina successiva »

Bottom