Top
FacebookYou Tubetwittermyspace

The presence

11 marzo 2011, di   Stampa articolo Segnala articolo  

The-Presence
The Presence (locandina)

Una donna si reca nello chalet di famiglia, immerso nel verde e completamente isolato, senza energia elettrica né acqua corrente, in cerca della tranquillità necessaria per poter portare a termine il proprio libro. Quando arriva il suo fidanzato a sorpresa, chiedendole di sposarlo, la situazione cambia: lei diventa irascibile, nervosa e violenta. Qualcosa inizia a tormentarla. La casa è infatti infestata da strane presenze, che cercano di separare la coppia con ogni mezzo …

The Presence, film diretto dal regista esordiente Tom Provost, stupisce per la noia e l’assoluta mancanza di interesse che riesce a suscitare nello spettatore. La trama è confusionaria e debole, i dialoghi – quei pochi che ci sono, dato che buona parte del film trascorre nel silenzio – sono ridicoli e quasi surreali. Non ci sono momenti di terrore né di tensione e la presenza dei fantasmi è palesata fin dal primissimo fotogramma: espediente che contribuisce ad eliminare qualsiasi rischio di suspence. L’unico elemento di paura è regalato dalla visione del “bagno” in legno, una sorta di “dependance” fatiscente come si usava all’inizio del novecento, contro cui finisce sempre un uccello o che viene “spostato” dal vento in piena notte, proprio quando uno dei due protagonisti è costretto a ricorrervi… Agghiacciante. La sola nota positiva è rappresentata dal paesaggio, che comunque è  molto suggestivo e potrebbe invogliare a scegliere la montagna americana come meta per le proprie vacanze. Viene da domandarsi come Mira Sorvino, attrice americana conosciuta ed apprezzata in altre pellicole, possa aver recitato e prodotto un film insulso e insignificante come questo. Una specie di brutta copia della serie “Ghost Whisperer”. Da evitare, o al massimo da utilizzare come rimedio per una forte insonnia.

 

Mariangela Celiberti

Facebook Digg Del.icio.us StumbleUpon Reddit Twitter RSS

Commenti

Inserisci un commento...
inoltre, puoi aggiungere un avatar.

(Si informa che ai sensi dell'art. 13 d.lgs. 196/2003 gli ip dei commenti vengono registrati.)
Nota bene: essendo i commenti soggetti a moderazione non se ne garantisce la pubblicazione.

Bottom