Pubblicato il: 23 Agosto, 2010

Tutti a casa di Binnu

La soddisfazione nel calpestare il pavimento di una palazzina appartenuta a Provenzano e confiscata dallo Stato, farne la sede di un’associazione antimafia e organizzarvi un incontro sulla libertà di stampa non è poca. È stato questo lo spirito che ha animato il convegno “Libertà di informazione…la cultura contro le mafie” tenutosi lo scorso 10 Agosto nella Bottega della Legalità a Corleone. L’incontro, organizzato da Corleone Dialogos, si è aperto con l’intervento di Danilo Sulis che, memore dell’esperienza con Radio Aut, ha affermato: «I tempi sono ormai maturi per riproporci con una radio indipendente: “Radio 100 Passi“, il nome è un po’ ruffiano ma aiuta a farci riconoscere subito, anche fuori dalla Sicilia; abbiamo intenzione di arrivare dove le mafie hanno investito i capitali e chiunque lo desideri può collaborare inviando notizie ed interventi che inseriremo nel palinsesto.» Ha preso parola poi Enrico Bellavia, giornalista di Repubblica: «Sulla legge-bavaglio c’è una mistificazione: il cuore del problema non è la difficoltà nel comunicare le intercettazioni, ma il tentativo di ostacolarle: se vengono bloccate, automaticamente noi giornalisti non avremo nulla da pubblicare». È intervenuto subito dopo Salvo Vitale, compagno e caro amico di Peppino Impastato, il quale ha detto, a proposito della confisca dei beni alla mafia, che l’idea di conquistare la casa di Badalamenti e traslocarvi la sede dell’associazione dedicata a Peppino lo stuzzica non poco. A conclusione, l’intervento incisivo di Pino Maniaci, emblema vivente del giornalismo antimafia, il quale certamente non le manda a dire, facendo notare che appena cinque giorni dopo l’incontro, il centro avrebbe ospitato Alfano e Maroni per l’inaugurazione ufficiale della Bottega della Legalità e senz’altro  la presenza di due ministri che, con la loro azione di governo, dimostrano di non contrastare l’illegalità non può non apparire come una grossa ed umiliante contraddizione.

Ornella Balsamo

Leave a Reply