Pubblicato il: 21 novembre, 2010

Versi & Prosa: la letteratura di scena in Toscana

Versi & Prosa - I vincitoriSi è tenuta lo scorso 30 Ottobre, presso la casa delle culture “La Civetta”, la cerimonia di premiazione del IV concorso letterario internazionale “Versi e Prosa”, promosso nella cittadina pistoiese di Quarrata dall’associazione “Orizzonte Cultura”. Dinnanzi alla giuria composta dalle pluripremiate poetesse Loriana Capecchi ed Anna Natale – affiancate da Francesco Leporatti e dal professor Luigi Russo “Papotto, rispettivamente dottore in lettere moderne ed artista di fama internazionale – hanno sfilato gli autori premiati, chiamati a ritirare il riconoscimento attribuito in ordine decrescente. Un rigido protocollo voluto dall’organizzazione per tingere di suspance la rassegna, come piacevolmente notato dal pubblico presente in sala. Fra gli ospiti intervenuti all’evento anche il giornalista-scrittore Giancarlo Zampini, cronista de “La Nazione” e TV Libera Pistoia, che ha letto un breve passaggio del suo libro “Tiziano Terzani: l’Orsigna ultimo amore”. A fare gli onori di casa il presidente del sodalizio promotore, l’eclettico Maurizio Martini, già presidente della sezione provinciale di Pistoia dell’Unione Italiana Ciechi. Particolare interesse fra gli spettatori ha suscitato la proiezione del video con cui il poeta Alessandro Bertolino – impossibilitato a presenziare fisicamente alla kermesse – ha declamato il proprio componimento, così come la lettura dei testi in vernacolo, con particolare riferimento all’esibizione del romagnolo Franco Ponseggi, autore dell’ispirato testo “Armor”. Al termine della premiazione, che ha registrato anche il successo del “canadese” Salvatore D’Aprano con la lirica “Straniero”,  a risultare trionfatore assoluto è stato l’abruzzese Arturo Bernava, ideatore del racconto “L’ora di itaGliano”, simpatica rappresentazione dell’ambiente scolastico con toccante finale a sorpresa. A conseguire il premio speciale riservato ai giovani di età inferiore ai trent’anni è stata invece la romagnola Giulia D’Intino con la poesia “Sale”. Un risultato lusinghiero quello ottenuto da tutti i finalisti, capaci di far emergere le proprie opere fra oltre duecento elaborati. In attesa della quinta edizione l’appuntamento per gli appassionati è fissato sul sito dell’associazione (www.orizzontecultura.org), piazza virtuale dove leggere i brani premiati nel corso delle varie rassegne.

Andrea Bonfiglio

Leave a Reply