Top
FacebookYou Tubetwittermyspace

Vivere serenamente la gravidanza

18 gennaio 2012, di   Stampa articolo Segnala articolo  

gravidanzaSi diventa mamme dal primo momento che si scopre di aspettare un bambino e via via che passano i mesi si devono affrontare molti stati d’animo,  la gravidanza è un periodo particolare nella vita di ogni donna, il corpo subisce molti cambiamenti non solo per la crescita della pancia, e la donna si ritrova a gestire nuove emozioni.

E’ importante vivere serenamente la gravidanza ed essere seguita da un ginecologo di fiducia che sosterrà la donna e la rassicurerà sugli esami da fare, gli integratori da assumere e chiarirà eventuali dubbi, ogni gravidanza è soggettiva, unica e speciale come è unica e speciale la futura mamma e il bambino.

Oltre ai normali fastidi tipici della gravidanza quali nausee, stitichezza e stanchezza possono sorgere altri problemi che devo essere affrontati con il supporto del ginecologo, del marito e dei propri cari, di solito intorno alla futura mamma si rafforza il piccolo gruppo di genitori, fratelli e amici pronti a sostenerla nel periodo delicato dei nove mesi, questo gruppo ci dovrebbe essere sempre ma ora più che mai la futura mamma ha bisogno di amore, sostegno e  ascolto. I futuri papà devono essere dolci, premurosi e aiutare la moglie consentendole il riposo necessario e il contenimento alle proprie emozioni.

La donna deve ritagliare momenti di relax per lei e il piccolo guardando un film, ascoltando musica classica o new age ( che rilassa), raccontando fiabe al piccolo, naturalmente sono tutti momenti che non devono escludere il marito e futuro papà. E’ fondamentale parlare dolcemente al piccolo e accarezzare la pancia già dai primissimi mesi per instaurare una relazione affettiva coinvolgendo il marito, di solito gli uomini fanno più fatica di fronte ai cambiamenti e hanno bisogno di tempo anche se il figlio è stato voluto, e lo stato della gravidanza già implica dei cambiamenti nella famiglia in quanto ci sono decisioni da prendere, esami da effettuare, nuovi acquisti da fare e se la donna va sostenuta il futuro papà va rassicurato in continuazione proprio paradossalmente dalla futura mamma (noi donne siamo più forti emotivamente e sappiamo gestire meglio i cambiamenti).

I nove mesi devono essere vissuti con gioia pensando sempre al piccolo in arrivo, i futuri genitori sceglieranno il nome, compreranno il corredino e cominceranno a sistemare la sua stanzetta, frequenteranno il corso di preparazione alla nascita in modo da confrontarsi con le altre coppie e ricevere tutte le informazioni necessarie sulla gravidanza, il parto e l’arrivo del figlio.

La Pedagogista, Mediatore Familiare
Dott.ssa Claudia Dell’Aquila

Facebook Digg Del.icio.us StumbleUpon Reddit Twitter RSS

Commenti

Inserisci un commento...
inoltre, puoi aggiungere un avatar.

(Si informa che ai sensi dell'art. 13 d.lgs. 196/2003 gli ip dei commenti vengono registrati.)
Nota bene: essendo i commenti soggetti a moderazione non se ne garantisce la pubblicazione.

Bottom