Pubblicato il: 24 settembre, 2014

Catania: era Sannino comincia nel segno della noia e delle occasioni mancate

giuseppe-sannino-allenatore-cataniaCatania – Stadio Angelo Massimino, Spettatori : totali 13.467, abbonati 10.270 e paganti 3197, per un incasso di 25.505€. Questi i numeri di Catania – Modena dello scorso 20 settembre. Un pomeriggio molto caldo, da piena estate. Comincia così, con due pareggi l’era Giuseppe Sannino sulla panchina degli etnei. Uno scialbo 0-0 casalingo contro il Modena e un 1-1 che sa di beffa contro il Crotone, all’Ezio Scida (anticipo serale, martedì 23 settembre). Calabresi che hanno riacciuffato il pari, dopo il vantaggio di Calaiò, solo nel recupero, grazie ad un calcio di rigore trasformato da Ciano per fallo di Gino Peruzzi (nell’occasione ammonito).  Dopo l’esonero di Maurizio Pellegrino, non decolla la situazione del Catania che di recente appare spaesato e senza idee. Se da un lato il tecnico ex Watford pare abbia trovato un certo equilibrio tra la fase offensiva e quella difensiva, la coperta risulta essere sempre corta. Certamente c’è stato un netto miglioramento nella fase difensiva (Il Catania di Pellegrino aveva incassato 7 reti in 3 partite) però bisogna fare i conti con una sensibile battuta d’arresto dell’attacco che, dalle 5 reti iniziali, è passato alla sola rete di Calaiò, proprio contro il Crotone. Il Catania, che ha smarrito la via della vittoria, non riesce ad avere la meglio neanche su un Modena complessivamente modesto, il risultato finale di 0 a 0 è lo specchio di problemi evidenziati soprattutto a centrocampo, con poche qualità individuali, incapaci di creare un minimo di gioco offensivo. Gli etnei continuano a mal celare, nonostante il cambio della panchina, una carenza complessiva sia nelle manovre che nelle idee. A tratti si è notato come in effetti il gioco abbia fatto dei passi indietro rispetto alla “gestione” Pellegrino. Le due squadre in campo a parte le ammonizioni non hanno collezionato nulla e alla fine ha vinto la prudenza. Gli spettatori ne hanno approfittato per allungare la pennichella pomeridiana, cullati dalla penombra del primo pomeriggio che nel frattempo si faceva strada tra le tribune dello stadio. Il Catania esce dallo stadio Massimino subissata dai fischi,ancora una volta la vittoria è rimandata.

Stefano Corsaro

One Response to “Catania: era Sannino comincia nel segno della noia e delle occasioni mancate”

  1. 1
    Catania vs. Modena | Calcio promesso Says:

    […] Lo Schiaffo articolo di Stefano […]

    Segnala questo commento come inopportuno

Leave a Reply