Pubblicato il: 15 Ottobre, 2010

Lavoro: boom di domande al Comune

Vigile Urbano

PRATO. E’ ancora boom di domande per i concorsi banditi dalla pubblica amministrazione. Questa volta si sono candidati in 584 per la selezione indetta dal Comune, alla ricerca di tredici agenti per integrare l’organico della polizia municipale. A potersi presentare alla preselezione, fissata per il 19 Ottobre presso l’Istituto Statale di Istruzione Tecnica “Gramsci-Keynes”, saranno solamente 561 aspiranti (di cui quattro ammessi con riserva), giacché ventitré sono stati esclusi per non aver rispettato quanto prescritto dal bando. Un numero abnorme di candidature, considerata la soglia anagrafica massima di 31 anni e 364 giorni, oltre che il possesso della patente di guida “categoria B” e dell’abilitazione alla guida dei motocicli con cambio manuale, aventi una potenza massima superiore ad 11 Kw e superiore a 125 cc. Parametri restrittivi che sono andati ad affiancarsi ai già rigidi requisiti di idoneità fisica, psichica ed attitudinale richiesti dal profilo professionale. Niente di insuperabile per i concorrenti più accaniti:  «Ho conseguito la patente A – spiega Giovanni, studente universitario – appositamente per partecipare a questa tipologia di concorsi. Negli ultimi due anni, inoltre, ho speso 300 Euro per partecipare a specifici corsi di formazione e aggiornamento con la speranza di avere dei benefici concreti». Altri invece puntano sulla pratica: «Sto maturando esperienza come ausiliario del traffico nel comune di Pistoia – specifica Daniele, ingegnere disoccupato – con l’auspicio che possa servirmi in occasione delle selezioni. Dati gli impegni professionali, tuttavia, non ho avuto modo di studiare molto pertanto non credo di avere grandi possibilità di successo». Per i fortunati che riusciranno a superare la prova preselettiva, la strada verso l’agognato posto fisso rimane comunque in salita. Il 27 Ottobre è già in programma un test psicoattitudinale che sarà seguito, il 12 Novembre, da un esame scritto. I “superstiti” dovranno infine giocarsi le proprie carte in sede di colloquio orale da svolgersi in data da stabilire.


Andrea Bonfiglio

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.