Pubblicato il: 12 novembre, 2010

Tutta un’altra musica

Tutta_un_altra_musicaAnnie e Duncan stanno insieme ormai da quindici anni, e il loro legame è grigio e scontato come  il posto nel quale vivono: una triste cittadina sul mare, Gooleness. Duncan è un grande appassionato di musica e in particolare di Tucker Crowe, un musicista americano ritiratosi dalle scene da tanti anni in circostanze misteriose, e supporre con altri fans cosa stia combinando nella sua vita assorbe tutto il suo tempo libero. L’uscita del nuovo album di Tucker, ricevuto in anteprima da Duncan, cambia la relazione con Annie e il destino di tutti e tre: Tucker compreso…

Nick Hornby, uno degli scrittori inglesi di maggior successo dei nostri giorni, torna in libreria con “Tutta un’altra musica” (titolo originale: “Juliet, Naked”), romanzo che racchiude la sua grande passione per la musica, le tante complicazioni dei rapporti di coppia e il suo irresistibile umorismo, in un mix che aveva già caratterizzato “Alta fedeltà”, forse il suo libro più bello. Annie e Duncan rappresentano una coppia giunta ormai al capolinea che nutre la propria vita di abitudine e sogni mai realizzati; al contrario di Tucker, che dalla vita aveva avuto tutto e non se ne era mai accorto. Questi tre personaggi, così diversi tra loro, danno origine a una storia a tratti poco originale ma con risvolti esilaranti e un finale che fa sorridere. Hornby non ha perso la sua straordinaria capacità di indagare l’animo umano in modo talmente efficace da poter permettere a chiunque di riuscire a immedesimarsi nei sentimenti e nelle sensazioni che riempiono le sue pagine. Oltre ai rapporti tra uomo e donna – in corso, terminati, sul punto di nascere – anche quelli tra genitori e figli trovano spazio in questo romanzo: con un po’ di leggerezza, ma con ottimismo. “Tutta un’altra musica” è una lettura piacevole e divertente che non cambia la vita, ma che regala la possibilità di vivere per un po’ nel magico mondo del bravissimo scrittore londinese.

Mariangela Celiberti

Leave a Reply